Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid, in Italia continuano a scendere incidenza e Rt: il nuovo report dell’Iss

Secondo l'ultimo report settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità calano anche i ricoveri e le terapie intensive

Roma – Covid in Italia, l’incidenza scende da 375 a 261 contagi ogni 100mila abitanti, con un indice Rt in calo a 0,86. Continua inoltre il calo dell’occupazione delle terapie intensive – ora al 2,6% – e calano anche i ricoveri, con l’occupazione delle aree mediche al 9%. Questi i dati principali del monitoraggio settimanale sull’andamento dell’epidemia della cabina di regia, resi noti dall’Istituto superiore di Sanità (Iss). I dati sul rischio nelle regioni e province autonome.

CALA L’INCIDENZA

Continua il calo dell’incidenza dei casi Covid-19 in Italia. Gli ultimi dati settimanali, riferiti al periodo 20-26 maggio, fanno registrare una ulteriore riduzione, con 261 casi ogni 100mila abitanti rispetto ai 375 della scorsa settimana. E’ quanto emerge dai dati.

GIU’ INDICE RT

Nel periodo 4-17 maggio l’indice Rt medio calcolato sui casi sintomatici di Covid-19 è stato pari allo 0,86, in diminuzione rispetto alla settimana precedente quando era pari a 0,89.

TERAPIE INTENSIVE

Il tasso di occupazione da parte di pazienti Covid nei reparti di terapia intensiva scende al 2,6% (rilevazione del ministero della Salute al 26 maggio) rispetto al 3,1% rilevato lo scorso 19 maggio.

RICOVERI

Diminuiscono i pazienti Covid-19 ricoverati nei reparti di area medica degli ospedali italiani. Questa settimana il tasso di occupazione a livello nazionale scende al 9% (rilevazione ministero della Salute al 26 maggio) rispetto al 10,9% rilevato il 19 maggio Questo quanto emerge dai dati del monitoraggio settimanale.

REGIONI E PROVINCE AUTONOME: CHI E’ A RISCHIO

Questa settimana solamente la provincia autonoma di Bolzano, è classificata a rischio alto in quanto i dati inviati non erano sufficientemente completi per la valutazione del rischio, nessuna è classificata a rischio moderato, dunque tutte le altre Regioni/Pa sono classificate a rischio basso. (fonte Adnkronos)