Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Europei Giovanili di karate: l’Italia vince 12 medaglie foto

1 oro, 2 argenti e 9 bronzi per gli azzurri a Praga

Più informazioni su

Una grande giornata conclusiva ai Campionati Europei Giovanili di karate, in scena a Praga, dove la squadra azzurra ha portato a casa 12 medaglie su 17 finali disputate, tra Cadetti, Juniores e U21 nel kata individuale e a squadre e nel kumite individuale.

Dopo due ottime giornate di eliminatorie, anche oggi, nelle prestazioni più importanti, gli azzurrini non hanno deluso e hanno continuato a dare grandi soddisfazioni ai propri tifosi. Le 12 medaglie sono 1 oro, 2 argenti e 9 bronzi.

Cominciamo dalle squadre di kata, classi miste Cadetti e Juniores, dove la nazionale ha conquistato una medaglia d’oro ed una d’argento. La prima con la squadra femminile, composta da Gruppioni, Padoan e Tagliafierro, che si è messa al collo l’oro ai danni della squadra francese, sconfitta 24.96 a 23.92. La seconda, d’argento, con la squadra maschile, composta da Arnone, Polsinelli e Villano, che si è battuta con la squadra spagnola e ha purtroppo perso la finalissima 25.54 a 24.86.

Tra i cadetti, 3 medaglie di bronzo hanno premiato le ottime prestazioni di Roberta Dominici nel kata individuale, Guido Squillante (52 kg) e Emanuele Califano (57 kg) nel kumite.

Roberta ha disputato la sua finalina contro la greca Athina Tsiakmaki vincendola 25 a 23.6, mentre Squillante e Califano hanno battuto rispettivamente i francesi Tino Mathis (1-0) e Hairiss Hierso (0-0).

Gli Juniores, invece, hanno conquistato due bronzi. Il primo è firmato Guido Polsinelli nel kata individuale, che ha avuto la meglio sul greco Ioannis Koukouselis nella finalina conclusa 25.26 a 24.46. Mentre il secondo è di Gabriele Rossini che, nei +76 kg di kumite, si è imposto sul ceco Martin Elias 1-0.

Le altre 5 medaglie individuali sono tutte per l’Under 21. Alessio Ghinami, nel kata, ha conquistato un grande argento: dopo il percorso infallibile di ieri, oggi si è purtroppo arreso al turco Enes Ozdemir 25.66 a 26.52. Elena Roversi, anche lei nel kata, è salita sul gradino più basso del podio grazie alla netta vittoria sulla francese Laura Pieri (24.86 a 23.08). Infine, nel kumite, gli ultimi 3 bronzi sono di Aurora Graziosi (61 kg), Carmine Luciano (60 kg) e Daniele De Vivo, i quali si sono imposti rispettivamente sulla serba Tamara Zivkovic 8-1, sul cipriota Christos Theopemptou (4-2) e sul lettone Artur Stepanov (0-0).

Da sottolineare, infine, gli ottimi quinti posti di Rebecca Ortu (Cadetti), Giorgia Fabbri, Andrea Bisaccia e Matt Steven Ramos (Juniores) e Asia Agus (U21). (fijlkam.it)(foto@fijlkam)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

 

Più informazioni su