Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Sincro da favola, il team femminile è bronzo mondiale: conquista storica foto

“Nel cuore per tutta la vita”. Linda Cerruti emozionata a margine della conquista

Budapest – Un’altra finale e un’altra bella sorpresa. Storica come le due precedenti di lunedì. Il team tech delle “supereroine” al Mondiale di Budapest è di bronzo con 91.0191 punti (27.3000 per l’esecuzione, 27.5000 per l’impressione artistica e 36.2191 per gli elementi) dietro soltanto alla Cina, già vice campionessa mondiale in Corea, e al Giappone, che a Gwangju era finito quarto. L’oro cinese è stato stimato 94.7202 (nello specifico 28.7000, 28.6000 e 37.4202), l’argento giapponese 92.2261 con quasi due punti e mezzo di ritardo. Le ragazze della Repubblica cinese catturano il pubblico già con l’ingresso e il primo salto. Il rosso dei costumi, delle bandiere e t-shirt dei supporters colora acqua e tribune.

E’ la medaglia numero 11 dell’Italia del sincro ai campionati del mondo, la prima con la squadra, e va ad eguagliare il numero di metalli pregiati conquistati nell’edizione precedente. Restano ancora quattro giornate di gare per migliorare anche questo record.

Le nostre Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, il capitano Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru ed Enrica Piccoli – guidate dal direttore tecnico Patrizia Giallombardo e dal tecnico responsabile degli esercizi di squadra Roberta Farinelli – si presentavano già con il terzo punteggio dopo il preliminare (89.5775). Si migliorano di un punto e mezzo mentre la Grecia rimane a distanza siderale (quinta con 87.2261) superata anche dalla Francia (quarta con 88.3558). “Ma non c’era da preoccuparsene questa volta – sono tutte d’accordo nel dirlo – la differenza è stata subito evidente”.

Le Dichiarazioni delle Protagoniste

“Una medaglia che pesa tanto e che porteremo nel cuore per tutta la vita – dice Linda Cerruti con gli occhi ancora lucidi per la gioia – Questo Mondiale ci sta regalando delle emozioni profonde e indescrivibili. La seconda soddisfazione dopo quella con il libero combinato che ci ripaga delle tante ore di lavoro e che meritiamo veramente”.

“Linda ed io oggi avevamo due gare e siamo arrivate alla finale un po’ più calde – continua l’altra doppista Costanza Ferro – E’ stata un’altra giornata intensa ed è stato bellissimo averla vissuta. Siamo felici e non vogliamo fermarci fino alla fine del Mondiale”.

“Siamo super soddisfatte e possiamo fare anche meglio – afferma il capitano Gemma Galli – e lavoreremo per affinare quelle cose che non facciamo ancora alla perfezione. Quando finiamo, saliamo sulla pedana e vediamo il punteggio l’emozione è grande. La gara ce la godiamo ma facciamo anche tanta fatica”.

Come nelle gambe finali dove rimangono a testa in giù per tanto tempo, secondi interminabili, offrendo uno spettacolo straordinario a chi le guarda. “Tutta testa e cuore”. (federnuoto.it)(foto@DeepBlueMedia-AndreaMasini)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.