Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Le famiglie del litorale romano a “scuola di tenerezza” sulle orme di Papa Francesco

Al via il X Incontro Mondiale delle Famiglie, che unirà Roma al mondo con eventi, spettacoli e webinar. E sul litorale romano si allestisce una "scuola" per coppie e sposi sul modello della Casa della Tenerezza di don Carlo Rocchetta

Roma – Se si potesse sintetizzare la grande attenzione di Papa Francesco per le famiglie, credenti e non, basterebbe una sola parola: tenerezza. Anzi due: tenerezza e vicinanza. In questi nove anni di pontificato, i discorsi, i documenti redatti dal Santo Padre e dagli organi della Santa Sede parlano da soli. Basti pensare ad Amoris laetitia o alle ultime linee guida sulla pastorale familiare (leggi qui), che hanno fatto tanto scalpore (complice anche una superficiale lettura da parte di molti mass media, ndr). E ora il tutto confluirà nel X Incontro Mondiale delle Famiglie, che tra poche ore prenderà il via a Roma.

Un evento “multicentrico e diffuso”, come sarà per volere dello stesso Pontefice, che vedrà il suo centro nell’Urbe, tra l’Aula Paolo VI e il Palazzo Lateranense, e con dirette streaming in ogni diocesi pianeta, che per l’occasione hanno organizzato diversi eventi a livello locale.

Ma sul litorale romano, le famiglie delle diocesi di Porto-Santa Rufina e di Civitavecchia-Tarquinia, non si limiteranno ad incontri ed eventi che si “esauriranno” nel mese di giugno. Anzi, seguiranno in tutto e per tutto le due parole chiave indicate dal Pontefice: tenerezza e vicinanza. “Con l’appoggio del vescovo, mons. Gianrico Ruzza, stiamo realizzando un progetto che non sarà solo il punto di arrivo ‘concreto’ di questo Incontro Mondiale, ma anche un punto di ri-partenza per la pastorale familiare: una ‘scuola di tenerezza’”, racconta a ilfaroonline.it don Paolo Ferrari, direttore dell’Ufficio per la Pastorale Familiare della diocesi suburbicaria di Porto-Santa Rufina.

Il luogo fisico è ancora in fase di individuazione, ma il modello che si seguirà sarà quello della Casa delle Tenerezza ideato da don Carlo Rocchetta a Perugia: “Sarà un posto dove sposi e coniugi, attraverso la loro testimonianza di vita, potranno incontrare le altre famiglie e le coppie che vogliono accostarsi al sacramento del matrimonio. In questo modo mettiamo anche in pratica le nuove direttive arrivata poche giorni fa dalla Santa Sede. Il Papa ha chiesto a noi preti e alle famiglie evangelizzare non tanto con le parole, ma con le opere. Ed è proprio quello che faremo”.

Una “scuola di tenerezza” che potrà essere anche un modo nuovo di conoscere la bellezza del matrimonio e della vita familiare per i tanti giovani che si avvicinano alla parrocchia perché vogliono sposarsi, ma non solo: “Sarà una scuola dove chiunque voglia approfondire la tenerezza, e in special modo le famiglie e le coppie, potranno fare esperienza, con altri, di un cammino. Per gli sposi in particolare sarà lo scoprire, o il riscoprire, di quanta ‘grazia della tenerezza’ è sorgente il matrimonio. E far conoscere il messaggio di Cristo, non solo con le parole, ma con testimonianze di vita vissuta, aiuterà anche lo scambio intergenerazionale”. In tal modo si mette in pratica anche un altro “mantra” di Papa Francesco: il dialogo tra generazioni.

“Quello che mi colpisce nel parlare coi giovani di oggi è che vengono in parrocchia perché si devono sposare e mi domandano: ‘Che dobbiamo fare?’. Gli dico che c’è la catechesi, i documenti e la liturgia sacramentale… ed è bello vedere come si mettono in ascolto, rimanendo poi estasiati da quella che è la Parola di Dio”, racconta don Paolo, che non si è certo “scandalizzato” dopo che il Vaticano ha ribadito la linea del “casti fino al matrimonio”. “Di tutto quel meraviglioso documento ci si è soffermati su poche righe che non dovrebbero per niente suscitare scalpore. Molte delle coppie che vengono da me per chiedere di sposarsi già convivono, qualcuna ha anche dei figli. Si può parlare loro di castità? Certo che sì, e lo faccio senza problemi. E loro ascoltano interessati. Anzi, proprio parlando con la franchezza del Vangelo vedono aspetti che magari hanno dimenticato o che nessuno mai gli ha annunciato. La sessualità è una splendida via che il Signore ci ha dato: con le sue parole e i suoi silenzi si costruisce il discorso d’amore. La ‘scuola di tenerezza’ servirà soprattutto a far capire questo”.

C’è una data di inaugurazione? “Non ancora. Questa estate faremo un camposcuola con alcune famiglie che saranno i pilastri della ‘scuola’. Il Papa darà questo weekend il mandato missionario alle famiglie che saranno presenti a Roma. Noi, a livello diocesano, lo faremo a livello diocesano il 10 settembre nel tradizionale pellegrinaggio al santuario della Madonna di Ceri. Per l’autunno, dunque, dovrebbe essere tutto pronto”.

(Il Faro online) Foto © Vatican Media – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Papa & Vaticano
ilfaroonline.it è su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Papa & Vaticano, clicca su questo link.
ilfaroonline.it è anche su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte