Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, taglio del nastro per il nuovo reparto di terapia intensiva del Grassi: raddoppiati i posti letto foto

Sono 19 i posti letto disponibili, 12 in terapia sub-intensiva. L'assessore D'Amato: "Potenziare la rianimazione in un ospedale come il Grassi di Ostia è strategico per tutta la rete e conferma il processo di modernizzazione e di innovazione tecnologica"

Ostia – All’Ospedale Grassi di Ostia raddoppiano i posti di terapia intensiva con una settimana di anticipo rispetto al cronoprogramma. Sono infatti conclusi i lavori di ristrutturazione finanziati dalla Regione Lazio con oltre 2 milioni e 300mila euro. Al taglio del nastro hanno partecipato, insieme al Direttore Generale dell’ASL Roma 3, Francesca Milito, l’Assessore alla Sanità e integrazione Socio-Sanitaria, Alessio D’Amato, il Segretario Generale del Ministero della Salute, Giovanni Leonardi, e il Direttore dell’Unità per il completamento della campagna vaccinale, Maggior Generale Tommaso Petroni.

Grazie a questo intervento, previsto nell’ambito dei Piani di riorganizzazione Rete Ospedaliera per emergenza COVID -19, M6 DL 34/2020, PNRR, il Reparto di Terapia Intensiva del Presidio Ospedaliero GB Grassi può ora contare su 9 posti letto aggiuntivi, per un totale complessivo di 19 posti letto. Nel progetto di riorganizzazione è stata prevista anche la creazione di 12 nuovi posti letto nel reparto di Sub-intensiva e la contestuale riorganizzazione dei percorsi interne al DEA del Pronto Soccorso. Lavori che termineranno il prossimo autunno.

I lavori eseguiti consistono nella Ristrutturazione e Ampliamento del Reparto di Terapia Intensiva, già esistente al Piano Primo del POU GB Grassi. L’Ampliamento è stato realizzato annettendo al nuovo reparto alcuni spazi adibiti precedentemente a depositi. La ristrutturazione integrale del Reparto ha dato origine ad un nuovo layout distributivo. Sono stati modificati ed ottimizzati tutti i percorsi e gli altri spazi interni, da adibire alle varie funzioni. Il reparto, che adesso può contare su 9 posti letto aggiuntivi, è stato dotato delle più moderne attrezzature elettromedicali. A margine del sopralluogo, guidato dal personale medico dell’ospedale, le autorità politiche e militari hanno commentato il raggiungimento di questo importante traguardo.

“Questa è una giornata importante per Ostia, perché il Grassi inaugura una terapia intensiva completamente rinnovata che lo renderà più efficiente. Potenziare la rianimazione in un ospedale come il Grassi di Ostia è strategico per tutta la rete e conferma il processo di modernizzazione e di innovazione tecnologica in atto nelle strutture regionali. Desidero ringraziare tutti i medici, gli infermieri e il personale sanitario che in questi anni di pandemia con un lavoro straordinario sono riusciti a garantire la migliore assistenza con grande professionalità”, il commento dell’Assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, che aggiunge: “Al Grassi i lavori sono terminati con una settimana di anticipo rispetto al timing stabilito e questo è un risultato straordinario per l’intero Sistema Sanitario Regionale. Potenziare il reparto di rianimazione dell’Ospedale del litorale romano è un’operazione strategica per tutta la rete territoriale. Il Lazio ha in corso circa 80 cantieri per potenziare le terapie intensive e sub intensive e il timing concordato con il Ministero della Salute e la struttura commissariale è di concludere il 60% delle implementazioni entro l’anno. Voglio ringraziare il lavoro straordinario di tutti i medici, gli infermieri e il personale sanitario che, con grande professionalità, sono riusciti a garantire la migliore assistenza in questi anni di pandemia”.

“Un intervento molto importante per l’ospedale. La disponibilità ulteriore di posti letto di terapia intensiva consentirà una risposta assistenziale incrementata dal punto di vista quali-quantitativo e segna l’inizio di un percorso di rinnovamento dell’ospedale del litorale romano finalizzato ad accrescere la risposta assistenziale per acuti sul territorio”, le parole del Direttore generale della Asl Roma 3, Francesca Milito. “Per la Asl Roma 3 è una soddisfazione enorme – ha commentato il Direttore Generale Francesca Milito – quando si lavora in squadra i risultati si ottengono. In questo caso si sono alternate e affiancate una squadra interna e una esterna: abbiamo lavorato tantissimo con le varie professionalità interne come i tecnici, i professionisti sanitari, i medici, il personale infermieristico e gli ingegneri – aggiunge Milito -. Per quanto riguarda il supporto esterno abbiamo potuto contare, invece, sul supporto della Regione Lazio e sul prezioso contributo arrivato dalla struttura commissariale. Il prossimo obiettivo che vogliamo raggiungere con determinazione è realizzare i dodici posti della terapia semintensiva, finanziati sempre nell’ambito del DL 34. Il cantiere è stato già predisposto, contiamo a breve di iniziare i lavori”.

Evidente anche la soddisfazione del Maggior Generale dell’Esercito Italiano, Tommaso Petroni, che il 30 marzo scorso è stato nominato, dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, Direttore dell’Unità per il completamento della campagna vaccinale e per l’adozione di altre misure di contrasto alla pandemia: “Sono estremamente felice, oggi, di essere qui al Grassi di Ostia per l’inaugurazione di questi nove posti letto di terapia intensiva, che si vanno ad aggiungere ai dieci posti letto di terapia intensiva della struttura modulare e che vanno quindi ad incrementare notevolmente la capacità di gestire eventuali recrudescenze della pandemia, soprattutto in un territorio come quello della ASL Roma 3, un’area molto vasta e ad alta densità di popolazione”.

Il Faro online –Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Ostia e del X Municipio, clicca su questo link