Seguici su

Cerca nel sito

Anzio, la Riserva naturale di Tor Caldara si allarga con la Vignarola e diventa di 100 ettari

Il sindaco De Angelis; "La Riserva Naturale ha raddoppiato la sua estensione. Ora lavoriamo per creare anche la riserva marina"

Anzio – Dalla giornata di ieri, martedì 28 giugno, l’area della cosiddetta Vignarola è ufficialmente parte integrante della Riserva Naturale di Tor Caldara, che passa da circa 44 ettari a circa 100 ettari. Il Consiglio Regionale, infatti, ha adottato il documento di indirizzo per l’ampliamento presentato dal Sindaco di Anzio, Candido De Angelis e dalla Città Metropolitana di Roma Capitale, in collaborazione con il Comitato della Vignarola, da diversi anni impegnato per il raggiungimento dell’importante obiettivo.

“Dopo anni di lunghe battaglie in difesa di un patrimonio paesaggistico inestimabile come quello della Vignarola, oggi la regione Lazio, su proposta del sottoscritto, ha approvato la legge che prevede l’inclusione di quell’area nella riserva naturale di Tor Caldara“, annuncia Daniele Ognibene, capogruppo di LeU in consiglio regionale del Lazio.

“In questi lunghi anni, insieme al Comitato per la difesa della Vignarola, ci siamo battuti con orgoglio per difendere l’integrità ed il valore ambientale di questo parco verde. Insieme ai cittadini abbiamo  avviato un percorso di riconoscimento del valore di pregio ambientale mettendo nella disponibilità di tutti un’area che può aumentare il valore turistico e ambientale della zona”.

“Ringrazio i comitati e anche il consiglio regionale Lazio che con grande senso di responsabilità, ha deciso di mettere un sigillo di garanzia ad una delle più belle riserve naturali della nostra regione che merita di essere tutelata e valorizzata”,  conclude Ognibene.

“Obiettivo raggiunto – afferma con soddisfazione il Sindaco De Angelis – la Riserva Naturale raddoppia la sua estensione territoriale, con l’annessione di una vasta area, di quasi 60 ettari, di notevole interesse paesaggistico ed archeologico. Ringrazio nuovamente l’architetto Renzo Mastracci, per il positivo lavoro di raccordo tra i diversi Enti ed tutti i volontari del Comitato, con il Comune di Anzio che ha giocato un ruolo fondamentale per arrivare in porto. Insieme, – conclude il Sindaco De Angelis – possiamo nuovamente collaborare per istituire una Riserva Marina protetta, nel tratto di mare antistante l’antica torre saracena di avvistamento, altro obiettivo di notevole pregio ambientale al quale avevamo lavorato anche nei miei precedenti mandati da Sindaco”.

Legambiente: “Un successo”

“Un grande risultato e, dopo tanti anni di contrasto a possibili colate di cemento che ci hanno visto in prima linea, a difendere questa importante porzione di territorio, finalmente la Vignarola diventa area protetta regionale – commentano Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio e Manuela Mariani presidente del circolo Legambiente Le Rondini di Anzio-Nettuno -. Dopo aver ottenuto questo risultato, che in buona sostanza raddoppia la superficie di area protetta di Anzio, ci rivolgiamo a Comune e Regione perché vengano impostate al meglio le politiche concrete di gestione della riserva, per la tutela della biodiversità ma anche di una fruizione sostenibile, che parta da quanto le associazioni ambientaliste e del territorio, sapranno e potranno mettere in campo per la salvaguardia e la scoperta di un nuovo rapporto simbiotico, tra area protetta e cittadinanza che ne animerà tutela, gestione e fruizione corretta”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Anzio
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Anzio, clicca su questo link