Seguici su

Cerca nel sito

Maricetta Tirrito: “Un libro inchiesta e un dibattito antimafia conquistano piazza Anco Marzio a Ostia”

Interesse e partecipazione all'evento con Fabrizio Berruti e il Capitano Ultimo

Ostia – In una sera di inizio estate può accadere che, passeggiando per il centro di Ostia, la movida lasci spazio alla cultura. Può accadere anche che il cliché Ostia mafiosa venga scardinato, dividendo nettamente la gente onesta dalla criminalità. E può accadere infine che intere famiglie restino sorprese dall’opportunità del confronto su temi importanti come quello delle infiltrazioni, delle stragi dimenticate, della silenziosa e sofferta lotta delle forze dell’ordine, grazie all’incontro sul libro ‘Settanta. Il poliziotto e la strage negata’, il romanzo-verità di Fabrizio Berruti , presentato a Ostia, in Piazza Anco Marzio, venerdì 1 luglio.

“E’ stato un evento molto particolare – racconta l’organizzatrice Maricetta Tirrito, portavoce del Co.G.I. (Comitato collaboratori di Giustizia), che ha coinvolto tanta gente che si è ritrovata in piazza per caso e ha gradito, tra gli altri, la presenza del Capitano Ultimo, l’uomo che arrestò il capo dei capi”.

“Il libro è una narrativa d’inchiesta – spiega Tirrito – che ripercorre i fatti accaduti il 5 maggio 1972: un aereo con 115 persone a bordo finisce contro la Montagna Longa di fronte a Palermo. Un’indagine condotta da un eroico dirigente della polizia, Giuseppe Peri che, che da solo indagò sulle cause della tragedia. Proposto al Premio Strega 2022, il romanzo di Berruti racconta uno spaccato di storia che per troppo tempo è stato celato e dopo anni cerca di portare alla luce una verità fin troppo tenuta all’oscuro“.

Ma c’è stato spazio anche per parlare di Ostia “con le parole straordinarie – spiega ancora Tirrito – del Capitano Ultimo sulla ricerca della verità, sulla giustizia e sulla comunità di Ostia, alla quale è sempre più legato”.

In effetti è la terza volta in pochi mesi, sempre nella stessa piazza, che il Capitano Ultimo si fa trovare presente per parlare alla gente e combattere ogni tipo di illegalità. Una promessa anche per il futuro…

Insieme all’autore Fabrizio Berruti e al Capitano Ultimo, da sottolineare la presenza di Valeria Grasso, imprenditrice antimafia, Rachele Mussolini, Michela Toussan (Ugl) e di Andrea Bozzi, consigliere X municipio.