Seguici su

Cerca nel sito

Maltempo: nella notte caduti sul Lazio oltre 25mila fulmini, sul litorale venti fino a 95 km/h

La Capitale e l'hinterland sferzati da venti fino a 80 km/h. Il picco di 95 km/h rilevato ad Anzio prima delle 03:00 di venerdì 8 luglio

Roma – Il maltempo che ha flagellato Roma e tutto il Lazio nella notte è stato tra i più violenti degli ultimi anni. Secondo quanto riporta il portale MeteoLazio, tra Lazio, Abruzzo e Umbria si sono registrati ben 25306 scariche elettriche. Moltissimi sono stati i fulmini positivi (i più pericolosi) così come quelli terra-nube, altrettanto rari.

Il modesto fronte temporalesco questa mattina ha attraversato velocemente l’Italia centrale, riguardando in buona parte la nostra Regione dove non sono mancate piogge a carattere di rovescio unite soprattutto ad intense raffiche di vento lineari di natura convettiva. Stando ai rilevamenti effettivi delle stazioni meteorologiche, come riporta MeteoLazio, le raffiche massime durante l’ingresso del fronte hanno superato puntualmente l’intensità di burrasca forte oltre gli 80 km/h.

Sulle aree litoranee della provincia di Roma alcune centraline hanno raggiunto perfino l’intensità di tempesta, prendendo in considerazione il picco di 95 km/h rilevato ad Anzio prima delle 03:00 di venerdì 8 luglio. Colpite dal forte vento anche le aree più interne dell’Agro Romano il Reatino, compresa Pianura Pontina e i bacini costieri Sud con dei danni agli stabilimenti balneari e alle infrastrutture nell’immediato entroterra.

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte