Seguici su

Cerca nel sito

Tania Cagnotto: “Rifarei tutto nella mia carriera. Ringrazio le Fiamme Gialle”

L’ex azzurra lascia la Guardia di Finanza. Oggi collabora con la Federnuoto

Più informazioni su

La più grande tuffatrice di sempre, nella storia della Nazionale Italiana. Tania Cagnotto, che da tempo aveva lasciato la carriera con l’annuncio di non partecipare alle Olimpiadi di Tokyo, lascia anche la Guardia di Finanza e le Fiamme Gialle (leggi qui). Lo fa in coincidenza del Premio Internazionale Fair Play Menarini, che ha ritirato lo scorso 7 luglio a Castiglion Fiorentino.

La campionessa bolzanina ha dichiarato come riporta l’Ansa: “Già da un po’ ho finito il mio capitolo da atleta, poter allenare era un po’ complicato e così ho fatto questa scelta dopo quasi 20 anni. Le Fiamme Gialle mi hanno cresciuto e sono state una famiglia per me”.

“Per il momento – spiega l’ex azzurra – sono mamma a tempo pieno, ma ho iniziato una collaborazione con la Federnuoto, che aumenterà pian piano sempre di più. Finché le bimbe sono piccole ho dato una certa disponibilità che poi aumenterà. La Federazione farà parte del mio mondo anche in futuro”. “A Maya piace tanto saltare, fare le capriole e tuffarsi. Ha appena 4 anni ed è troppo presto per dire qualcosa, vedremo. Ai miei genitori viene male pensando a una terza generazione di Cagnotto agonisti”, scherza.

“Rifarei tutto, anche perché anche le cose che non sono andate bene mi ha insegnato tanto, anche perdere insegna. Le batoste fanno bene, poi ci sono le gioie che ovviamente rifarei”, confessa Tania.

La leggenda dei tuffi tricolori ha partecipato a 5 edizioni dei Giochi Olimpici, a 8 dei Campionati del Mondo e a 12 edizioni degli Europei, gareggiando nelle specialità del trampolino (1 e 3 metri), nella piattaforma e nel sincro.

(foto@DeepBlueMedia)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

 

 

Più informazioni su