Seguici su

Cerca nel sito

La voce sofisticata e intimista di Chiara Civello risuona a Santa Severa

La produzione, dall’atmosfera retrò, è affidata al tocco imprevedibile di Marc Collin, con cui Chiara Civello collabora per la seconda volta dopo “Eclipse”.

Più informazioni su

Santa Marinella – “Sotto il Cielo del Castello di Santa Severa”, rassegna promossa dalla Regione Lazio e organizzata dalla società regionale LAZIOcrea in collaborazione con ATCL – Circuito Multidisciplinare del Lazio, presenta, sabato 20 agosto alle 21, Chiara Civello.

Lo splendido scenario del Castello di Santa Severa, in riva al mare, ospita e fa risuonare la voce sofisticata e intimista di Chiara Civello, che presenta live al pubblico, prendendolo dolcemente per mano, il suo ultimo disco dal titolo “Chansons”, uscito nel 2021.

Il nuovo progetto della cantautrice romana dalla vocazione errante e internazionale, che vive tra Italia, Stati Uniti e Brasile, porta sotto la luce brani classici scritti da cantautori francesi tra 1945 e il 1975, come Michel Legrand, Charles Aznavour, Charles Trénet, Édith Piaf, Jacques Brel, Gilbert Bécaud e Francis Lai. Se alcuni di questi sono nomi noti al grande pubblico, molti degli standard scelti da Civello hanno varcato i confini senza però alcun riferimento alla loro eredità francese.

Così, grazie a “Chansons”, scopriamo che canzoni celebri come “Feelings”, “The Good Life” e “My Way” sono state scritte da autori francesi, che Frank Sinatra, Julio Inglesias, Elvis Presley, Madonna, Lady Gaga, Luciano Pavarotti, Céline Dion, Dalida o Caetano Veloso hanno inciso questi capolavori e li hanno resi, a livello internazionale, la colonna sonora di tante vite.

Un concerto, quello di sabato 20 agosto, che è più di un omaggio, ma un vero e proprio viaggio di scoperta musicale che si arricchisce di un continuo ribaltamento di stili, dal piano bar, nel senso nobile del termine (“I Will Wait For You”, “My Way”, “The Good Life”), allo swing (“Petite Fleur”), dai ritmi cubani (“Feelings”), alla batteria e beat con improvvisazioni vocali e al pianoforte (“La Vie en Rose”), fino al soul (“What Now My Love”) e alla blaxploitation (“Hier Encore”).

La produzione, dall’atmosfera retrò, è affidata al tocco imprevedibile di Marc Collin, con cui Chiara Civello collabora per la seconda volta dopo “Eclipse”. Collin è un musicista e compositore francese, conosciuto per essere il leader insieme a Olivier Libaux dei Nouvelle Vague, maestri delle re-interpretazioni dei classici della new wave in stile bossa nova.

Il Castello, di proprietà della Regione Lazio, è gestito da LAZIOcrea in collaborazione con il Comune di Santa Marinella e Coopculture.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Santa Marinella
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Santa Marinella, clicca su questo link

Più informazioni su