Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Alcuni consigli per nascondere il proprio indirizzo IP e navigare su internet in modo anonimo e privato

A seconda di dove vivi nel mondo, questo può essere molto pericoloso o semplicemente fastidioso se intendi mantenere private le tue attività online.

Molti utenti negli ultimi anni sentono sempre più l’esigenza di render eprotetta e anonima la loro navigazione sul web, in modo che nessuno sappia dove ci si trova o le pagine che vengono visitate. Il modo migliore per ottenere questo risultato è nascondere il tuo indirizzo IP. Per tutti coloro che si stanno chiedendo “cos’è e qual è il mio indirizzo IP”, in questo articolo di VPNOverview daremo qualche dettaglio in merito e spieghiamo alcune soluzioni per fare in modo di raggiungere l’agognato obbiettivo dell’anonimato in rete.

Proteggere la tua privacy online sta diventando sempre più difficile. Uno dei problemi principali è che quando usi Internet il tuo indirizzo IP mostra a siti Web e aziende la tua posizione e forse anche chi sei.

A seconda di dove vivi nel mondo, questo può essere molto pericoloso o semplicemente fastidioso se intendi mantenere private le tue attività online.

Fortunatamente ci sono modi per offuscare queste informazioni e mascherare il tuo vero indirizzo IP con uno diverso. Di seguito ti offriamo i programmi e gli strumenti disponibili per proteggere la tua privacy durante la navigazione.

1. Nascondi il tuo indirizzo IP utilizzando una VPN

Senza dubbio, il modo più semplice per nascondere il tuo indirizzo IP è usare una VPN. Queste Reti Private Virtuali nascondono le informazioni di origine della tua connessione visualizzando un indirizzo IP completamente diverso.

L’indirizzo falso può trovarsi in qualsiasi parte del mondo (supponendo che il servizio che usi abbia server in tutto il mondo), il che significa anche che le VPN vengono spesso utilizzate per aggirare le restrizioni regionali su servizi come Netflix.

Ma ci sono anche altri fattori rilevanti: a seconda di dove vivi, una VPN può o meno essere legale.

Le VPN crittografano anche i dati che viaggiano da e verso i server visitati, fornendo così un ulteriore livello di sicurezza per tutto ciò che fai sulla rete.

Diversi browser web hanno una VPN integrata (in realtà una proxy), ma ci sono una serie di alternative, sia gratuite che a pagamento, che swvolgono un ottimo lavoro nel mantenere privati ​​i tuoi dati.

2. Utilizzare un server proxy per nascondere il proprio IP

Un server proxy è simile a una VPN, in quanto instrada la tua connessione Internet attraverso un server online, quindi il tuo indirizzo IP originale viene mascherato mentre navighi.

Come per le VPN, le proxy sono spesso utilizzate per bypassare i blocchi di contenuti geografici e sono anche popolari in alcune parti del mondo in cui Internet è maggiormente controllato (come in Cina).

Sebbene i server proxy siano un modo valido per nascondere il tuo indirizzo IP, comportano più rischi rispetto ad alcuni dei servizi VPN più affidabili.

In passato ci sono stati casi in cui i proxy stessi erano quelli che monitoravano le attività delle persone; Inoltre, poiché le informazioni in un proxy non sono crittografate come in una VPN, esiste anche la possibilità che i dati vengano raccolti e salvati.

3. Usa Tor per cambiare IP

Un nome che è sinonimo di privacy online è il browser Tor. Per molti anni, questa è stata l’app ideale per le persone che non volevano che le loro attività online venissero monitorate (sia da governi che da aziende o hacker).

Tor è un browser gratuito e open source che utilizza server volontari per far rimbalzare la tua connessione in tutto il mondo e rendere estremamente difficile per chiunque capire cosa stai facendo.

Il logo Tor è una cipolla, che rappresenta gli strati di crittografia che proteggono ulteriormente i dati degli utenti.

C’è, tuttavia, un aspetto negativo, ed è il fatto che l’utilizzo del browser Tor non è esattamente l’esperienza più veloce che ci si possa aspettare (sebbene le sue capacità vengano progressivamente implementate). L’applicazione di questi livelli di crittografia e il reindirizzamento dei dati in tutto il mondo influiscono sulle prestazioni.

Gli utenti Android saranno lieti di notare che esiste anche una versione di Tor disponibile per telefoni e tablet, con il nome interessante di Orbot. Ancora una volta, è gratuito e utilizza gli stessi livelli di protezione per nascondere la tua attività.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.