Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Bagaglio a mano, le regole da seguire per voli e aeroporti

L'emergenza coronavirus ha comportato cambiamenti importanti per il settore del trasporto aereo. Ecco quali sono le nuove regole per il bagaglio a mano e il distanziamento a bordo

Fiumicino – Il rispetto della distanza interpersonale di 1 metro è stata resa obbligatoria dal DPCM 11 Giugno 2020 anche all’interno degli aerei.  È possibile derogare a questa regola se vengono rispettati alcuni punti elencati nell’allegato 15 dello stesso decreto. È proprio sulla base di questi protocolli che alcune compagnie aeree non accettano più il bagaglio a mano a bordo.

I protocolli legati al bagaglio a mano

Vediamo quali sono questi protocolli e come si collegano alla questione del bagaglio a mano

  1. Misura della temperatura con termo-scanner: con più di 37.5°C non si parte
  2. Obbligo della mascherina a bordo, eventualmente da sostituire ogni quattro ore
  3. Imbarco e sbarco dei viaggiatori regolato individualmente
  4. Autodichiarazione da parte del viaggiatore
  5. Impegno da parte del viaggiatore a comunicare al vettore e alle autorità sanitarie la comparsa di sintomi COVID-19 entro 8 giorni dallo sbarco dell’aeromobile
  6. Non possono essere portati a bordo bagagli a mano di grandi dimensioni

Se il vettore aereo riesce a rispettare tutti e sei i punti sopra, allora, questo, può derogare all’obbligo di distanza interpersonale di 1 metro.

Scopri SGP Parking Fiumicino: servizio di parcheggio con car valet e navetta 24 ore su 24 a pochi minuti dall’aeroporto di Fiumicino

L’intervento di ENAC

Per quanto riguarda l’ultimo punto, come si legge nel comunicato del 25 giugno, l’ENAC ha chiesto chiarimenti al Ministero della Salute, ricevendo conferma che:

 “… ai passeggeri è consentito di portare a bordo solo bagagli di dimensioni tali da essere posizionati sotto il sedile di fronte al posto assegnato. Per ragioni sanitarie non è consentito a nessun titolo l’utilizzo delle cappelliere.” 

Alla luce di ciò, diverse compagnie aeree come EasyJet, Alitalia e Vueling, riferendosi evidentemente alla nota ENAC sopra, hanno pubblicato avvisi relativi ai voli da e per l’Italia, nei quali si legge che non è possibile utilizzare le cappelliere per sistemare il bagaglio a mano, pertanto viene accettato in cabina il solo bagaglio accessorio sedile di fronte.

Successivamente ha fatto seguito da parte di ENAC il comucato stampa n.34 del 26 giugno 2020, nel quale l’ente ha voluto chiarire ulteriormente che il riferimento è solo per quei voli dove non viene effettuato il distanziamento sociale a bordo.

Inoltre viene specificato che, chi occupa i posti in prima fila o quelli nelle file adiacenti le uscite di emergenza, dovrà utilizzare necessariamente le cappelliere per riporre il bagaglio a mano ammesso.

Scopri SGP Parking Fiumicino: servizio di parcheggio con car valet e navetta 24 ore su 24 a pochi minuti dall’aeroporto di Fiumicino

Come evitare di fare confusione

Tabella bagaglio a mano

Tabella riassuntiva con le dimensioni del bagaglio a mano ammesse dai diversi vettori

Oltre ad un po’ di confusione, tanto da richiedere una precisazione da parte della stessa ENAC, il comunicato ha generato anche qualche polemica nel comparto. In un articolo di oggi leggiamo infatti che Ryanair si è espressa contro questa decisione, affermando che la procedura per l’imbarco del bagaglio a mano esporrebbe ulteriormente i viaggiatori al rischio di contagio.

Di fronte a questa situazione, poco chiara, come sempre è l’utente dinale che rischia di sentirsi ancora più confuso. Il nostro consiglio allora è quello di informarsi direttamente prsso la compagnia area prima ancora di prenotare, prendendo nota delle dimensioni massime del bagaglio accessorio ammesso, anche con l’aiuto di questa nostra tabella riassuntiva.