Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Calciomercato, le date della sessione di gennaio e cosa aspettarsi dalla Lazio

la FIGC che per questa stagione ha introdotto il turno natalizio anche per la massima divisione calcistica

Le festività natalizie da quest’anno coincidono anche con una grande abbuffata di Serie A che non si ferma e, anzi, propone tante sfide di alto livello proprio nel periodo di festa. Il successo del boxing day sullo stile della Premier League trapiantato in Serie B, infatti, ha affascinato la FIGC che per questa stagione ha introdotto il turno natalizio anche per la massima divisione calcistica italiana, che fa slittare le ferie poiché si scenderà in campo anche a ridosso dell’ultimo dell’anno.

In questo modo, la Federcalcio punta a riempire gli stadi e riavvicinare i tifosi alle proprie squadre del cuore nei giorni in cui in molti saranno in vacanza dal lavoro e dallo studio. Allo stesso tempo, questo cambiamento porta a concludere il girone d’andata già entro l’anno solare facendo slittare la sosta invernale al mese di gennaio e facendola soprattutto coincidere con la sessione di calciomer-cato di riparazione.

Questa, infatti, è una delle principali novità del calendario 2018/2019 varato dalla FIGC che ha dato ascolto alle esigenze e alle lamentele di società, dirigenti, allenatori ed addetti ai lavori che invoca-vano da anni una riforma del calciomercato. In particolare, si chiedeva una sessione per la campa-gna acquisti più breve e che, soprattutto, non continuasse durante la stagione. Un problema (non da poco) degli ultimi anni era proprio legato al fatto che alcune partite del campionato ad agosto e poi a gennaio si giocassero con il mercato ancora aperto, alimentando dubbi, voci e problemi con calcia-tori esclusi perché in partenza o in campo ma già con la testa ad una nuova squadra.

L’estate ha già avviato questa rivoluzione. Stop alle trattative fissato per le ore 20 del 17 agosto e via al campionato il giorno seguente. Gennaio, quindi, sarà strutturato allo stesso modo. Finestra di riparazione accorciata, con il via ufficiale alla campagna trasferimenti impostato per il 3 gennaio 2019 e la chiusura anticipata alle ore 20 del 18 gennaio 2019, con la Serie A che infatti tornerà in campo nel weekend del 19 e 20 gennaio con la prima giornata del girone di ritorno.

A meno di clamorosi colpi di scena e ribaltoni a livello internazionale con alcuni grandi giocatori in rotta con i rispettivi club che potrebbero avviare un importante effetto domino, quella di questo gen-naio si preannuncia come un’altra sessione di riparazione, durante la quale i trasferimenti saranno limitati e non dovrebbero registrarsi acquisti o cessioni con grosse cifre in ballo. Particolare atten-zione sarà data quindi alle occasioni, con giocatori sul piede di partenza o in scadenza di contratto, e alle esigenze dei tecnici che hanno evidenziato qualche lacuna nella rosa dovuta, magari, anche agli infortuni.

Non farà eccezione la Lazio, che anzi dovrebbe partire da alcune cessioni. A cominciare dai prestiti dei giovani Murgia e Rossi per arrivare ai ‘senior’ come Caceres e Basta. Ma attenzione anche ai nomi grossi, con Luis Alberto e Sergej Milinkovic-Savic che stanno deludendo e, a fronte di offerte all’altezza, il presidente Lotito ed il Ds Tare potrebbero valutare la separazione. In base a quello che accadrà in uscita, quindi, si opererà anche in entrata dove sono caldi i nomi di Davide Zappacosta, Daniel Caligiuri, Giulio Donati, Nicola Sansone e Ramadan Sobhi, soprannominato il ‘nuovo Salah’.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.