Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Carte prepagate per minorenni: cosa sono, caratteristiche e vantaggi

I genitori potranno tenere sotto controllo la situazione monitorando i movimenti

Nel 2020 anche la paghetta settimanale dei figli cambia e si adatta al periodo. Fino a pochi anni fa, bambini e ragazzi ricevevano una piccola somma di denaro in contanti da spendere e gestire ogni settimana. Oggi, invece, grazie alle carte prepagate per i minorenni, i genitori possono caricare direttamente su di esse la somma di denaro prestabilita.

Le carte prepagate ricaricabili permettono a ragazzi e ragazze di poter gestire le proprie risorse economiche in modo indipendente, con la possibilità di utilizzare direttamente la carta per pagare online oppure nei negozi. I genitori potranno tenere sotto controllo la situazione monitorando i movimenti, le uscite e verificare come i propri figli gestiscano il denaro che ricevono come paghetta settimanale.

Caratteristiche delle prepagate per ragazzi

La carta prepagata è una carta per pagamenti con credito che viene inserito esternamente al conto senza che questo venga detratto da esso. Questo permette di avere una prepagata ricaricabile senza necessariamente essere titolari di un conto. Di fatto si tratta di una sorta di “portafoglio virtuale” che permette ai titolari di sfruttare il credito presente all’interno e di aggiungere ulteriore denaro in qualsiasi momento qualora se ne avesse la necessità.

Le carte prepagate ricaricabili per minorenni sono appositamente studiate per poter essere utilizzate da chi ancora non ha raggiunto la maggiore età. Non tutte le carte, infatti, possono venire usate da minori di 18 anni. Quelle che possono essere intestate ad un ragazzo o una ragazza minorenne non sono tantissime e spesso i genitori non conoscono l’opportunità di dare ai propri figli una carta intestata esclusivamente a loro. La conseguenza corrisponde spesso all’apertura di un conto intestato ad uno dei due genitori e al ragazzo o alla ragazza. Ovviamente al conto viene associata l’eventuale prepagata che può essere data in gestione al minorenne. Le carte prepagate per minorenni, invece, hanno una serie di vantaggi sia per mamma e papà che per i ragazzi stessi. Utilizzare queste carte è semplice e proteggono i ragazzi da rischi oltre a permettergli di crescere e capire come gestire i propri risparmi al meglio.

Per poter venire intestata ad un ragazzo o una ragazza minorenne sarà necessaria la firma di entrambi i genitori per essere rilasciata. Questo passaggio rappresenta una tutela per i genitori impedendo di fatto ai ragazzi di appropriarsi della prepagata e fare spese extra, nascoste al resto della famiglia. Le carte prepagate per i minorenni funzionano come qualsiasi altra carta prepagata in circolazione, permettendo ai ragazzi più giovani di prelevare denaro contante oppure utilizzare la carta per pagare online o nei negozi. Il tutto avviene in maniera completamente autonoma, con una conseguente responsabilizzazione dei giovanissimi per quanto riguarda la gestione delle proprie finanze.

Quali sono i vantaggi principali

I genitori che scelgono di fare una prepagata ricaricabile ai figli minorenni potranno dare loro una carta con cui effettuare pagamenti, prelevare denaro in Italia e nel mondo senza correre il rischio di rimanere “a secco” di contanti durante un viaggio all’estero. I genitori, infatti, potranno ricaricare al bisogno la carta prepagata anche da un’altra nazione, fornendo ai minori il denaro necessario alle spese.

Le carte prepagate ricaricabili hanno molti meno rischi rispetto alle classiche carte di credito, pur funzionando pressoché allo stesso modo. Innanzitutto con la prepagata non si rischia di prosciugare il conto corrente né si corre il pericolo di vedersi addebitate spese non fatte. Oltre a questo, i ragazzi non potranno spendere più di quanto concordato e dovranno imparare a gestire al meglio il denaro a disposizione.

Le moderne prepagate ricaricabili sono piuttosto “smart”, tanto da poter essere gestite da smartphone o internet, così sia il titolare minorenne che i genitori potranno tenere sotto controllo il saldo disponibile, monitorare la lista dei movimenti e ricaricare la carta direttamente da un altro conto o usando un’altra carta di credito.

Quale scegliere?

In circolazione non esistono tante carte prepagate per minorenni (ad esempio la ricaricabile con IBAN BPER Card Payup), e quelle che ci sono differiscono notevolmente l’una dall’altra. Per questo è importante confrontarle e valutare le caratteristiche di una o dell’altra, scegliendo quella che maggiormente si adatta alle esigenze familiari.

La prima cosa da verificare riguarda i limiti di ricarica, di pagamento e di prelievo del denaro contante. Oltre a questi è necessario dare un’occhiata a quanto costa l’emissione della carta prepagata e il prezzo di commissione relativo al prelevamento presso gli ATM o gli sportelli. Infine, un’altra cosa importante da controllare è se la prepagata ricaricabile può venire usata all’estero e quanto costa farlo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.