Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

L’iniziativa più “cool” del momento, la cena sensoriale fotogallery

Il ristorante Tiber Roof 41° offre un'esperienza gourmet stimolante e originale

Fiumicino – L’Hotel Tiber Fiumicino ha la grande fortuna di ospitare al proprio interno molto di più del semplice ristorante di un albergo. Il Tiber Roof 41°, questo è il nome , rappresenta in realtà una vera gemma che aspetta solo di essere scoperta. Non sarebbe probabilmente giusto definirlo tale, se oltre alla competenza, alla qualità e alla bellezza delle proprie sale non fosse anche presente un altro elemento fondamentale, ma tanto raro allo stesso tempo: il desiderio di fare ancora di più .

Proprio da questa voglia, che potremmo definire una vera e propria vocazione nel caso del Tiber Roof 41°, nasce l’idea di voler offrire agli amanti della buona cucina un’esperienza stimolante e originale – la cena sensoriale, appunto – che vada oltre la cucina e un servizio di alto livello; un’esperienza preparata con cura e maestria per accompagnare il fortunato ospite in un viaggio alla riscoperta dei propri sensi: la cena sensoriale.

Cosa si prova ad assaporare un piatto che non conosciamo, senza sapere cosa sia e senza poterlo vedere mentre lo assaggiamo? Che sensazione si prova a poter iniziare il proprio pasto con il profumo del pane caldo appena fatto e poterne apprezzare liberamente la croccantezza esterna e la leggerezza e morbideza interna? Cosa significa potersi concedere alcuni minuti di armonioso distacco da ciò che ci circonda, avvolti da musica ambientale con i suoni del mare e della terra, per ritrovarsi nella condizione ideale per gustare un piatto squisito? Queste e molte altre domande sono proprio ciò a cui la cena sensoriale del Tiber Roof 41° si pone l’obiettivo di dare un deliziosa risposta.

Studiata fin nei minimi dettagli dal Restaurant Manager Mauro Di Villo e dallo Chef Agostino Valente con l’obiettivo di stimolare tutti e cinque i sensi, e non il solo gusto, la cena sensoriale consiste in uno prelibato percorso da affrontare con un gruppo ristretto di commensali, in modo che l’esperienza individuale di ognuno possa ricevere il massimo della cura.

A cominciare dagli antipasti, nati dagli eccellenti accostamenti dell chef, la nostra esperienza sarà incentrata sulla riscoperta del piacere che deriva dall’assaporare i pregi di un piatto in modi nuovi. Che si tratti di un carpaccio di pesce, di un risotto cremoso o di uno squisito dessert, ogni piatto ha un ruolo e un significato, così come lo hanno i vini e i liquori (e perfino i cocktail) che vengono abbinati a ogni piatto dall’esperienza proprio di Mauro Di Villo.

La cena sensoriale rappresenta inoltre un’esperienza doppiamente unica: innanzitutto perché il Tiber Roof 41° è il primo ristorante del territorio ad offrire questo tipo di esperienza, ma anche perché ogni cena, preparata come un vero e proprio evento, avrà delle caratteristiche uniche: dagli accostamenti dei vini fino alla composizione del menù stesso, ogni volta ci saranno delle novità e delle sorprese. In questo modo anche per gli habitué ogni serata potrà essere come la prima.

La cena sensoriale sarà organizzata una volta al mese (la data esatta verà resa disponibile anticipatamente) e per partecipare sarà necessario prenotare. Il prossimo appuntamento è previsto per metà gennaio. Quali saranno le nuove soprese con cui l’incredibile staff del Tiber Roof 41° deciderà di stupirci?

Info

Via della Torre Clementina, 276 Fiumicino (RM)

Tel. 39 06 6504 8255

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.