Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Ciclismo e dolori, soluzioni e consigli

Le principali cause di lesioni o dolori sono una tecnica impropria di guida della bicicletta e una regolazione errata del mezzo che sul lungo andare possono portare a squilibri nel corpo e a successivi dolori.

Chi ama il ciclismo sa che praticare questo sport porta con se pro e contro. La sensazione di benessere e la possibilità di tenersi in forma in maniera semplice rendono il ciclismo lo sport preferito da molti.

Però il ciclismo non è fatto solo di aspetti positivi, sono infatti molti i dolori e le patologie che si possono sviluppare se non si utilizza correttamente la propria bicicletta. Le principali cause di lesioni o dolori sono una tecnica impropria di guida della bicicletta e una regolazione errata del mezzo che sul lungo andare possono portare a squilibri nel corpo e a successivi dolori.

Vediamo ora quali sono le più comuni cause di dolore e perché si manifestano.

Ciclismo e dolori – Patologie Comuni

Le patologie che portano dolore in un contesto ciclistico hanno tutte una natura simile, lo sforzo eccessivo o con modalità errate del corpo. Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta:

Condromalacia
Condizione che porta un dolore forte e secco all’interno del ginocchio. Il dolore si fa particolarmente presente quando si cammina in collina o si fanno le scale.
Si tratta di un deterioramento della parte bassa della rotula dovuto, come anticipato ad allenamento eccessivo, preparazione insufficiente o ad uno squilibrio muscolare.

Si può evitare questa condizione aumentando progressivamente le distanze percorse, evitando allenamenti eccessivi e riscaldandosi propriamente prima di iniziare uno sforzo elevato.

Dolore alle natiche
Questa condizione è estremamente comune nei ciclisti. In questo caso la causa è una sola: una scarsa regolazione del mezzo dovuta ad una bassa qualità dello stesso o dalla negligenza dell’utilizzatore.

Per evitare questi dolori è bene assicurarsi che la regolazione del mezzo sia ideale e/o acquistare una sella di qualità.

Tendinite

La tendinite è una condizione che si manifesta nei ciclisti per uno sforzo eccessivo.
Questa condizione si fa sempre più presente finché non si sarà costretti a cessare l’attività fisica.
È bene evitare di esercitarsi eccessivamente per evitare questa condizione.

Ciclismo e dolori – Sella antiprostata

Come visto in precedenza, uno dei motivi di dolore più comune è quello di una sella di scarsa qualità, che si parli di ciclisti professionisti, amatori o anche solo di chi va in bici per hobby.

Per evitare questo problema è bene investire ed utilizzare una sella antiprostata.

La sella antiprostata è un dispositivo relativamente economico che permetterà di evitare tutti i fastidiosi problemi legati a cattiva postura o scarsa qualità della sella, come il dolore alle natiche.

Sono due gli aspetti da valutare nell’acquisto di una sella antiprostata:

Qualità dei materiali.
È bene che una sella antiprostata sia robusta, compatta e costruita con materiali di qualità.

Forma
Le selle antiprostata sono di differenti forme e dimensioni. È importante che si provino diverse selle antiprostata per scoprire quella più adatta al proprio corpo.

Per scoprire di più su questi dispositivi leggi l’articolo dedicato: 10 migliori Selle Antiprostata: offerte e prezzi – maggio 2020

Ciclismo e dolori – Stretching

La pratica dello stretching è estremamente utile se non fondamentale in un sano e corretto approccio al ciclismo.
Lo stretching è utile ad evitare infortuni riguardanti muscoli e se fatto sul lungo periodo può permettere di ridurre anche quelli legati ai tendini.

A seconda del tipo di esercizio che si intende fare, è bene considerare di effettuare esercizi di stretching prima o dopo l’uscita. O, meglio se si intende fare stretching o semplici esercizi di defaticamento al ritorno dalla propria uscita.

Sebbene si possa pensare che solo le gambe abbiano bisogno di questa attenzione è bene ricredersi. Se anche in modo diverso tutto il corpo è coinvolto nel ciclismo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.