Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Come il vento ti dice dove andare al mare in Puglia

I venti più comuni sono la Tramontana e lo Scirocco.

Perché consultare il meteo prima di scegliere la spiaggia in Puglia

La Puglia è tra le regioni più gettonate dell’estate. I suoi oltre 800 km di costa, uniti alla sua conformazione stretta e lunga, la rendono la destinazione ideale per chi vuole visitare spiagge completamente diverse tra loro senza fare molta strada ed impiegando pochissimo tempo.

Se stiamo cercando un alloggio in Puglia, è bene affidarsi a chi conosce bene il territorio; sono tante le realtà locali e i tour operator regionali che vantano cataloghi d’affitto capillari. Ne è un esempio Barbarhouse che si rivela tra le migliori piattaforme in quanto a prezzi e qualità.

Il mare più bello della Puglia lo possiamo trovare principalmente sul Gargano ed in Salento.

Come interpretare il vento sul Gargano

Il Gargano viene anche definito lo “sperone d’Italia”. Si tratta di un promontorio che si insinua nel mare blu e che rapisce i visitatori per i suoi paesaggi mozzafiato e per la macchia mediterranea che cresce rigogliosa fino al mare.

Una delle discriminanti che più di altre influisce sulla bellezza del mare è il vento. Come scegliere dove andare al mare sul Gargano in base al vento?

I venti più comuni sono la Tramontana e lo Scirocco. Capire come questi influiscono sullo stato del mare non è difficile. Basta sapere infatti che la Tramontana soffia da nord verso sud. Nelle giornate di tramontana diventa pertanto più agitato il tratto di Gargano esposto a nord, mentre quello a sud sarà più calmo e placido.

Il discorso inverso vale in caso di Scirocco. Lo Scirocco è un vento caldo che soffia da sud verso nord proveniente dall’Africa. In questo caso il mare delle spiagge rivolte a sud, come quelle di Mattinata e Mattinatella, sarà più agitato, mentre il mare che bagna le spiagge di Rodi, Peschici e Vieste dovrebbe essere più tranquillo.

Il vento in Salento

Il principio appena esposto vale anche per il Salento. A differenza del Gargano, il Salento viene bagnato da due mari diversi: l’Adriatico e lo Jonio.

La celebre frase collegata al Salento “lu sole, lu mare e lu ientu” ha un grosso fondamento di verità, essendo questi tre elementi delle costanti quasi immancabili del territorio. Un principio quasi sempre valido è che nelle giornate in cui l’Adriatico è mosso, lo Jonio sarà calmo, e viceversa.

Come possiamo scegliere la spiaggia migliore in base al vento? Anche in questo caso basterà capire il concetto della direzione dei venti.

In caso di Tramontana o di Grecale, il mare che bagna le spiagge tra le marine leccesi ed Otranto sarà quasi certamente agitato, ad eccezione di alcune spiagge protette da promontori rocciosi o faraglioni, come quelli che si trovano a Torre Sant’Andrea. Le spiagge sullo Jonio nei giorni di Tramontana saranno bagnate da un mare calmo o leggermente mosso.

La situazione si inverte nelle giornate di Scirocco o Libeccio, che agita il mare che bagna lo Jonio e lascia tranquillo il Salento adriatico a nord di Otranto.

Ma il mare agitato non è sempre visto in chiave negativa. Prendendo delle lezioni di vela o kitesurf anche noi potremo imparare a sfruttare il vento a nostro vantaggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.