Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Come l’industria del gioco si rivolge ai poveri e agli ex-giocatori

La pubblicità tradizionale per il gioco d'azzardo online è diventata più costosa, il che ha incoraggiato le società di scommesse a utilizzare altri mezzi per attirare i consumatori

L’industria del gioco d’azzardo utilizza società terze per raccogliere dati dalle persone, aiutando i bookmaker e i casinò online a rivolgersi a persone a basso reddito e a coloro che hanno smesso di giocare d’azzardo, rivela The Guardian.
La pubblicità tradizionale per il gioco d’azzardo online è diventata più costosa, il che ha incoraggiato le società di scommesse a utilizzare altri mezzi per attirare i consumatori. Ciò ha portato ad un uso crescente dell’analisi dei dati per acquisire nuovi clienti, secondo le fonti del settore..
In che misura le società di gioco d’azzardo si rivolgono a clienti vulnerabili?
“I fornitori di dati di terze parti ci hanno permesso di indirizzare accuratamente le loro liste di posta elettronica”, ha detto un marketer digitale che ha contato le società di gioco d’azzardo tra i suoi clienti prima di lasciare la sua agenzia l’anno scorso. “Gli utenti a basso reddito sono stati tra i segmenti target di maggior successo.

Pubblicità

Le “case dati” raccolgono informazioni su età, reddito, debito, credito e assicurazione, che trasmettono alle società di scommesse affiliate, ovvero alle società che indirizzano i clienti ai bookmaker online dietro pagamento di un compenso. Questo permette agli affiliati e alle società di scommesse di personalizzare gli annunci e di rivolgersi alle persone in base al loro reddito. Come in molti settori, i siti di confronto dei casinò appaiono su google, confrontano e lodano i meriti dei casinò a cui sono effettivamente affiliati come su questa pagina da miglioricasinoonline lodando StarCasino, uno dei fornitori del mercato del gioco d’azzardo online.
Queste rivelazioni si aggiungono alle richieste di una regolamentazione più severa del settore del gioco d’azzardo; la società di scommesse online 888 era stata penalizzata da un record di 7,8 milioni di sterline perché più di 7.000 persone che si erano volontariamente astenute dal gioco d’azzardo potevano ancora accedere ai loro conti.
“Un cliente è stato autorizzato a fare 850.000 scommesse del valore di 1,3 milioni di sterline in un anno utilizzando il denaro rubato al suo datore di lavoro”.
Un secondo ex dipendente recente di una società di marketing digitale ha dichiarato che i dati dei potenziali attori vengono spesso raccolti con mezzi che gli stessi attori non sempre comprendono appieno.
I dati sono spesso raccolti da siti di lotterie che offrono premi in denaro e regali alle lotterie settimanali, ha detto. Per partecipare alle lotterie, gli utenti sono generalmente tenuti a fornire il loro nome, la data di nascita, l’indirizzo e-mail e l’indirizzo postale.
Ha detto che le società della lotteria avrebbero poi venduto i dati, che i clienti a volte inconsapevolmente acconsentivano in lunghi accordi su termini e condizioni. Uno di questi siti afferma: “I seguenti settori [compreso il gioco d’azzardo] sono i tipi di industrie da cui ci si può aspettare di ricevere prodotti, informazioni, servizi o offerte speciali”.
Le aziende pubblicitarie possono quindi identificare i membri della popolazione target – spesso quelli con il reddito più basso – tra i partecipanti al sorteggio e utilizzare queste informazioni per raggiungerli.
Usano anche un metodo chiamato “retargeting dinamico” per identificare le persone che non giocano d’azzardo da tempo e cercano di farle tornare l’abitudine – attirando potenzialmente persone sulla strada del recupero che si sono bandite da questi siti.

Questi clienti possono essere bombardati da annunci di iscrizione che appaiono nel loro browser. Nella prima settimana può essere offerta una scommessa gratuita di 10 euro, a seconda della prima fonte del settore, poi 20 euro nella seconda settimana, 30 euro nella terza settimana e così via. Una fonte ha descritto questi metodi come “estremamente efficaci”.

Inserzionisti e affiliazione

Gli inserzionisti venderebbero anche i dati dei giocatori che hanno ceduto la scommessa ad altri venditori per una quota di affiliazione.
I programmi di scommesse di affiliazione sono sistemi in cui gli inserzionisti ricevono un costo per acquisizione e/o una percentuale delle entrate a vita sulle perdite di ogni cliente che introducono. Sono una delle principali fonti di traffico per l’industria del gioco d’azzardo. Il fatto che gli affiliati non possano mai essere debitori di denaro ai siti di gioco d’azzardo rende i programmi privi di rischi e potenzialmente redditizi.
Alcuni affiliati di scommesse, che si fingono giocatori d’azzardo tramite i gruppi di Facebook, costruiscono una base di clienti sui social media prima di pubblicare un link di iscrizione, collegato al loro ID affiliato, che permette loro di guadagnare denaro sulle perdite dei loro seguaci quando deliberatamente raccomandano loro di scommettere su scommesse che rischiano di perdere.
Questo è ciò che ha detto un giocatore regolare che ha risposto a una chiamata del Guardian: “Temo che i bookmaker stiano deliberatamente chiudendo un occhio su questa pratica e permettendo a questi affiliati di promuovere i loro servizi in questo modo”.
Carolyn Harris, la deputata laburista di Swansea Est che ha fatto una campagna sulla riforma del gioco d’azzardo, ha detto di non essere sorpresa da queste pratiche. “Questo non fa che riaffermare la mia convinzione che l’industria delle scommesse non ha una bussola morale ed è capace di sfruttare le persone vulnerabili per spremere loro l’ultimo euro”, ha detto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.