Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Ego International e i clienti extra UE per l’export

Ego International: ecco chi sono i nuovi clienti extra UE che hanno contribuito al rialzo del valore dell’export italiano

Ego International: i clienti extra UE fondamentali per il rialzo dell’export In Italia

Ego International ha approfondito i primi dati dell’ISTAT riferiti ai clienti nel settore export extra UE, che a settembre rialza finalmente la testa sia in termini congiunturali sia in termini tendenziali.

L’istituto di statistica stima, nei dati analizzati da Ego International, un aumento per l’interscambio commerciale con i clienti extra UE sia per le esportazioni che le importazioni. Inoltre, sottolinea Ego International, l’incremento su base annua rispetto al 2018 è del +9,4% per quanto riguarda i beni di consumo durevoli e i beni intermediari.

Ego International segnala che i clienti migliori per il nostro export sono giapponesi, svizzeri ed americani. L’aumento dell’export è infatti geograficamente molto concentrato: l’incremento delle vendite di merci verso Stati Uniti, Svizzera e Giappone spiega il 90% circa della crescita complessiva.

In particolare, ciò che viene più apprezzato proviene dai settori:

  • Farmaceutico
  • Botanico
  • Chimico-medicinale

Ego International: i clienti statunitensi apprezzano il Made in Italy

Ego International sottolinea come i clienti americani a settembre abbiano acquistato Made in Italy per un valore di 2.125 milioni di euro in più rispetto all’anno precedente e come, nel periodo Gennaio-Settembre 2019, il saldo commerciale arriva ad un totale di 20.302 milioni. Rimane un incremento degno di nota quello di Settembre, che in termini percentuali cresce del 25,2%.

Secondo Ego International i clienti americani hanno aumentato gli acquisti dall’Italia a causa dei dazi che Trump sta applicando alle merci di tutto il mondo. Lo stesso Dona, presidente dell’Unione nazionale Consumatori, ha commentato questo rialzo come un pericolo per il nostro Pil, dichiarando infatti che “ visto il saldo a nostro favore, inutili le ritorsioni e un’escalation dei dazi. Serve al più presto una soluzione negoziale”.

Ego International: i settori preferiti dai clienti extra UE

Ego International riporta che l’incremento congiunturale delle esportazioni verso clienti extra UE è dovuto in particolare ai beni di consumo durevoli (+7,2%) e i beni strumentali (+5,7%), mentre l’energia è in calo dell’1,7%.

A livello geografico, Ego International sottolinea come i clienti extra Ue che da Giugno 2019 hanno aumentato i loro acquisti dall’Italia provengano da:

  • Giappone (+27,9%) complici i nuovi accordi
  • I paesi ASEAN (+5,4%)
  • Stati Uniti (+3,8%)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.