Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Furti domestici in provincia di Roma, numeri in calo, ma ancora poco confortanti

Entriamo nel dettaglio, quindi, e scopriamo le statistiche relative alla provincia di Roma per quel che concerne i furti domestici.

Negli ultimi anni i furti domestici nella provincia di Roma sono calati, tuttavia le cifre sono ancora ben lontane dall’essere confortanti, anche per via di un recente e poco incoraggiante “segno +”.

A queste conclusioni è possibile giungere consultando i dati messi a disposizione dall’Istat, il noto istituto statistico nazionale: sul relativo sito Internet ufficiale è infatti possibile consultare le cifre relative ai reati verificatisi nelle diverse province italiane nell’arco degli ultimi anni.

Tali cifre, bisogna sottolinearlo, fanno ovviamente riferimento ai soli episodi regolarmente denunciati, ciò significa che con ogni probabilità il reale numero di reati è ancor superiore rispetto alle cifre presentate da Istat.

Entriamo nel dettaglio, quindi, e scopriamo le statistiche relative alla provincia di Roma per quel che concerne i furti domestici.

Le statistiche presentate da Istat

Nell’attesa che l’istituto metta a disposizione i dati relativi al 2019 è possibile consultare le statistiche relative al quinquennio compreso tra il 2014 e il 2018, nel quale emerge una riduzione progressiva nel numero di questi reati, riduzione che si è però interrotta a cavallo tra il 2017 e il 2018.

Nello specifico, nel 2014 sono stati denunciati nella provincia di Roma 15.997 furti domestici, nell’anno successivo la cifra è scesa a 14.603 toccando poi quota 12.071 in quello seguente.

Nel 2017 i furti sono stati 11.687 mentre nell’ultimo anno di cui si dispongono i dati, il 2018, sono stati 11.881.

Sicuramente il fatto che la quantità di questi reati si sia ridotta nel corso degli ultimi anni, se pur con la lieve crescita registrata nel 2018, è un qualcosa di positivo, tuttavia risulta evidente il fatto che le cifre non siano certo confortanti: oltre 10.000 furti domestici all’anno sono un qualcosa che non può lasciare indifferenti e che deve stimolare i cittadini romani a proteggere in modo più efficace la propria abitazione.

Come proteggere più efficacemente le abitazioni

Come muoversi? Oggi le possibilità di proteggere in modo efficace la propria casa sono tantissime, in primis a livello tecnologico.

Sul mercato sono infatti disponibili svariati sistemi antifurto molto efficienti, peraltro dal prezzo particolarmente competitivo, utilissimi per mettersi al riparo da brutte sorprese; tra quelli più interessanti si segnalano soprattutto quelli domotici, quindi gestibili e monitorabili anche da remoto tramite un smartphone o un analogo device connesso ad Internet.

La sicurezza di una casa è inevitabilmente correlata anche all’affidabilità della sua porta blindata: la porta d’ingresso della casa deve essere solida, performante e deve essere in grado di resistere a varie tipologie di tentativi di scasso.

Sarebbe un grossissimo errore trascurare gli infissi, dal momento che molti furti domestici si verificano proprio tramite la forzatura di finestre e portefinestre.

Può senz’altro essere utile installare delle grate di sicurezza, soprattutto nel caso in cui l’immobile sia ubicato a pian terreno, anche serramenti semplici come le immancabili persiane, tuttavia, dovrebbero vantare delle buone capacità antieffrazione, come è il caso di quelle proposte da www.puntosicurezzacasa.it.

Nell’ambito dei condomini può essere un’ottima idea quella di intraprendere delle azioni di sicurezza coinvolgendo tutti gli altri condòmini, come ad esempio installare delle videocamere di sorveglianza negli spazi comuni.

Resta sempre un’opportunità valida, inoltre, quella di acquistare i servizi di una società di vigilanza, la quale può operare sia per un condominio che per un’abitazione indipendente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.