Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Investire in criptovalute: la guida per non correre rischi

L’affidabilità di una piattaforma fa sì che l’utente non incorra in truffe e perda i propri soldi, i prerequisiti di questo criterio sono possedere le autorizzazioni necessarie per fare trading di valute online e, tendenzialmente, sono indicati nella homepage in basso.

Le criptovalute e la tecnologia blockchain fanno parte della grande trasformazione legata alla finanza decentrata che negli ultimi anni hanno preso sempre più spazio tra gli investitori ed i trader. L’alta volatilità delle valute digitali rende gli investimenti rischiosi e ciò finisce con lo scoraggiare in tanti, tuttavia se si adottano le giuste precauzioni è possibile entrare nel mercato delle criptovalute senza correre grossi rischi e facendo profitti. Di seguito alcuni importanti consigli e suggerimenti da prendere in considerazione prima di investire nelle monete virtuali.

Come ridurre i rischi di investimento per le criptovalute

La volatilità non è l’unico fattore di rischio per le valute online, bisogna considerare infatti anche che si tratta di un mercato soggetto a speculazioni continue e anche a truffe.

Per evitare di incorrere in questi rischi si può fare trading online utilizzando i software ufficiali per la compravendita di monete digitali. Infatti, per scegliere la piattaforma più appropriata con cui investire bisogna considerare tre aspetti importanti: l’affidabilità, la convenienza e l’adeguatezza rispetto alle proprie esperienze di investimento.

L’affidabilità di una piattaforma fa sì che l’utente non incorra in truffe e perda i propri soldi, i prerequisiti di questo criterio sono possedere le autorizzazioni necessarie per fare trading di valute online e, tendenzialmente, sono indicati nella homepage in basso.

Non tutte le piattaforme sono convenienti, alcune richiedono costi di commissione particolarmente alti o tempi troppo lunghi. Infine, alcuni software sono troppo difficili da capire e usare se si è alle prime esperienze, mentre altri sono troppo basici per chi è già esperto nel settore delle criptovalute.

Viste le caratteristiche appena citate, un ottimo software a cui rivolgersi per il trading online per aumentare la redditività in modo sicuro e non incorrere rischi è Bitcoin Code.

Un altro sistema per ridurre i rischi è quello di acquistare pacchetti di azioni in criptovalute forniti da intermediari finanziari tradizionali.

Alcuni tra i più sicuri e redditizi sono quelli di PayPal Holdings, con un valore di mercato superiore ai 260 miliardi di dollari ed un tasso di crescita anno su anno del 120%.

Anche i pacchetti di JP Morgan Chase sono un’ottima soluzione, con un valore di mercato superiore ai 366 miliardi di dollari ed un tasso di crescita del 7%, o ancora quelli di Square che hanno raggiunto un valore di oltre 99 miliardi di dollari e un tasso di crescita del 25%.

Le criptovalute più redditizie su cui investire

La top-list delle criptovalute più in voga del momento include le monete digitali con i tassi di rendimento del mercato. Non può non mancare, perciò Bitcoin, la criptovaluta per antonomasia, nonché una delle più redditizie e sicure su cui investire.

Anche Ethereum è una moneta virtuale su cui vale la pena investire, particolarmente usata per i contratti intelligenti, nell’ultimo periodo ha visto aumentare tanto il suo valore di mercato quanto i suoi tassi di rendita.

Ripple, invece, è una criptovaluta pensata apposta per poter essere usata anche nelle banche e negli istituti di credito classici, perciò è più sicura delle altre valute digitali e anche molto redditizia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.