Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

La stanchezza ci opprime? Recuperiamo energia con alcuni consigli

All’interno del nostro organismo esistono delle vere e proprie centrali di produzione dell’energia

La produzione di energia rende il nostro organismo in grado di svolgere tutte le proprie funzioni biologiche, consentendoci di affrontare le nostre giornate con la giusta carica energetica. Se sperimentiamo cali energetici, integratori ergogenici e pratiche quotidiane possono aiutarci a ritrovare la carica. Scopriamo di più.

Quanto è importante la quota energetica nel nostro organismo?

All’interno del nostro organismo esistono delle vere e proprie centrali di produzione dell’energia. È il nostro carburante naturale e ci consente di vivere e svolgere tutte le azioni quotidiane.

Alcune sostanze svolgono un’azione ergogenica, cioè concorrono alla produzione di energia nel nostro organismo. Ad esempio, la carnosina si trova in una certa quantità nel tessuto muscolare, per il quale interviene in alcuni processi metabolici di produzione dell’energia. Questa sostanza ricopre un ruolo importante nell’efficienza delle fibre muscolari e concorre a diminuire la formazione di acido lattico durante lo sforzo muscolare.

La L asparagina è un’altra utile sostanza con funzione ergogenica. È stata per la prima volta isolata dall’ortaggio da cui prende il nome, cioè l’asparago. L’asparagina, è anch’essa coinvolta nei processi di produzione di energia.

Tra poco vedremo perché possiamo sperimentare periodi di calo energetico e come agire per recuperare la carica energetica necessaria.

Perché possiamo sperimentare cali di energia?

Le sostanze di cui abbiamo parlato intervengono nella produzione di energia. Spesso può capitare di attraversare periodi di stanchezza fisica e mentale. Ciò accade perché l’energia richiesta dal nostro organismo è maggiore dell’energia subito disponibile.

La nostra stanchezza può avere diverse motivazioni: stiamo sperimentando un deficit energetico, cioè uno squilibrio tra l’aumentata richiesta di energia da parte del nostro organismo e la riserva di energia a disposizione. I motivi che possono portare a sentirsi stanchi sono molteplici e possono coinvolgere ciascuno di noi. Oltre a condizioni patologiche possiamo individuare:

  • Periodi impegnativi e stressanti: lavoro, esami, studio e motivi personali richiedono molte energie;
  • Allenamenti sportivi intensi: praticare sport molto intensamente o per lungo tempo può esaurire le riserve di energia dell’organismo, facendoci sentire stanchi anche per diversi giorni;
  • Variazioni stagionali: la stanchezza si manifesta soprattutto a causa dei bruschi sbalzi di temperatura, della variazione delle ore di luce che possono indebolirci temporaneamente;
  • Periodi di convalescenza: in seguito a periodi di malattia, il nostro organismo si ritrova spesso privo di forze, la capacità di recupero si abbassa e per questo ci sentiamo deboli e scarichi;
  • Stile di vita non regolare: sonno poco ristoratore, insufficiente riposo notturno, notti brave, dieta poco bilanciata possono causare stanchezza mentale e stanchezza fisica.

Ritroviamo la nostra energia con alcune buone abitudini

Vediamo come recuperare energia: iniziamo da alcune, sane abitudini quotidiane.

Seguiamo una dieta varia e ben bilanciata

Una dieta regolare è il primo aspetto da considerare per un corretto apporto energetico. Non priviamoci di tutti i nutrienti necessari alla salute del nostro organismo. Vitamine, sali minerali, proteine, grassi e carboidrati in quantità bilanciate sono la nostra benzina, dovremo consumarne con varietà e costanza.

Dormiamo adeguatamente

Stabiliamo una routine del sonno, cerchiamo di coricarci e alzarci più o meno sempre alla stessa ora. Evitiamo di fare le ore piccole se il giorno successivo abbiamo una giornata ricca di impegni. Riduciamo tutte le fonti luminose e le fonti di disturbo (smartphone, tablet, TV).

Riorganizziamo la nostra quotidianità

Non è facile, specie se viviamo giornate frenetiche. Tuttavia, allentare la tensione è importante per gestire meglio incarichi e mansioni. Infatti, strafare potrebbe aggravare la nostra condizione di stanchezza. Impariamo a suddividere compiti e mansioni, a tutto vantaggio della nostra produttività.

Facciamo movimento

A volte è sufficiente rompere il circolo vizioso dell’inattività e iniziare gradualmente a fare un po’ di sport. Evitiamo di alternare sedentarietà ad allenamenti intensivi, poiché sottoporremmo il nostro fisico a uno stress eccessivo e faticheremmo a recuperare energia.

Utilizziamo un integratore alimentare

In associazione alla dieta, possiamo utilizzare un integratore alimentare che fornisca il giusto apporto energetico necessario nei momenti di stanchezza fisica e mentale. Optiamo per un prodotto con una formulazione equilibrata di vitamine, minerali e altri nutrienti coinvolti in diversi processi biologici che sostengono l’organismo. Il prodotto che sceglieremo favorirà inoltre la normale funzione del sistema immunitario grazie al Selenio e contribuisce al normale metabolismo energetico nella vita quotidiana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.