Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

L’e-commerce in Italia e il traino dei codici sconto

Oggi gli italiani non solo hanno imparato a distinguere i siti affidabili da quelli che non lo sono, ma soprattutto hanno capito che la Rete è una preziosa fonte di risorse e di opportunità

I consumatori italiani hanno ormai acquisito l’abitudine di fare acquisti online unicamente nei siti di commercio elettronico più conosciuti: in questo modo essi possono essere certi di prevenire qualsiasi tentativo di violazione ma, soprattutto, di evitare truffe, che per lungo tempo hanno rappresentano un freno considerevole alla diffusione dello shopping su Internet. Oggi gli italiani non solo hanno imparato a distinguere i siti affidabili da quelli che non lo sono, ma soprattutto hanno capito che la Rete è una preziosa fonte di risorse e di opportunità che vale la pena di sfruttare: un esempio su tutti, da questo punto di vista, è quello che proviene dai codici sconto.

Alla ricerca dei codici sconto

I codici sconto costituiscono un classico esempio di win-win, cioè di situazione in cui tutte le parti in casa ottengono un beneficio: da un lato i consumatori, che possono risparmiare quando fanno compere sul web; dall’altro i venditori, che attirano un maggior numero di clienti e quindi vedono crescere il proprio volume di affari. Le ricerche più recenti, infatti, hanno messo in evidenza che il ricorso a promozioni esclusive o a buoni sconto è in grado di accrescere le vendite di un sito web di ben 6 volte rispetto alla mancanza di sconti.

Gli aggregatori online

Tanti sono gli aggregatori di promozioni online che si sono diffusi nel corso degli ultimi tempi: si tratta di un’opportunità da cogliere al volo per trovare in modo semplice rapido codici coupon che non siano solo convenienti, ma che risultino soprattutto aggiornati in relazione alle occasioni più recenti. Tali codici possono essere impiegati tanto sui siti più rinomati quanto su quelli meno conosciuti, ma non per questo meno affidabili. Non ci sono rischi dal punto di vista della sicurezza, anche perché vengono effettuati dei test meticolosi sia dagli stessi portali di scontistica che dai network di affiliazione.

I numeri del nostro Paese

Il 2019, vale a dire l’ultimo anno per il quale sono disponibili numeri completi, ha fatto registrare una crescita degli acquisti online nel nostro Paese pari al 15%, per una cifra complessiva superiore ai 31 miliardi e mezzo di euro: a riferirlo è l’Osservatorio eCommerce B2C promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano in collaborazione con Netcomm. Gli articoli di elettronica e di informatica rappresentano la categoria di prodotti più venduti, dal momento che coprono il 19% della quota complessiva; sul secondo gradino del podio ci sono i capi di abbigliamento, che raggiungono il 16%.

Cosa comprano gli italiani

Al di là delle cifre assolute, però, è utile scoprire anche quali sono i trend in atto e, di conseguenza, quali sono i settori in cui i margini di crescita sono più ampi. Ebbene, è il food & grocery a far segnalare il rialzo in percentuale più alto, superiore al 40%, ma sono positivi anche i numeri del cosiddetto home living, vale a dire l’arredamento della casa, in aumento del 30%. Bene anche l’editoria, con un dato in aumento dell’8%.

I consumi aumentano e il risparmio anche

La tendenza positiva riguarda sia gli acquisti effettuati online che il mercato della scontistica digitale. Non è esagerato affermare che la disponibilità di coupon abbia rappresentato, nel nostro Paese, un traino vero e proprio per i siti di commercio elettronico nel corso dell’anno passato. Dal punto di vista del fatturato, il primato nel comparto del commercio elettronico italiano spetta al settore del turismo e dei trasporti, con un volume di affari che ha sfiorato gli 11 miliardi di euro. E non a caso i codici promozionali sono sempre più utilizzati anche per l’acquisto di biglietti aerei o la prenotazione di camere di albergo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.