Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Mercato azionario: in leggero rialzo i titoli di Leonardo

Ottime performance starebbe registrando in Italia anche l’indice Ftse Mib, che sarebbe passato da 17 mila a circa 21 mila punti nelle giornate tra lunedì 9 e martedì 10 novembre

C’è aria di positività per i mercati azionari, che stavano già attraversando diverse settimane allettanti per gli investitori: dopo la vittoria di Biden e Harris negli Stati Uniti, infatti, i mercati hanno visto rialzi fino a dieci punti percentuali, con una situazione favorevole soprattutto per il Nasdaq Composite. Ottime performance starebbe registrando in Italia anche l’indice Ftse Mib, che sarebbe passato da 17 mila a circa 21 mila punti nelle giornate tra lunedì 9 e martedì 10 novembre. Ad aver registrato buone performance di recente è anche Leonardo, azienda attiva nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza: una delle poche aziende con sede a Roma, tra l’altro, a essere presente sull’indice Ftse Mib.

Fonte: Pixabay

Le performance di Leonardo

Nonostante il bilancio di Leonardo non sia stato particolarmente positivo quest’anno, soprattutto a partire dalla fine del mese di marzo, in cui i suoi titoli avrebbero raggiunto un valore di circa 4,60 euro, le ultime settimane si starebbero dimostrando piuttosto positive anche per quest’azienda, i cui titoli avrebbero di nuovo raggiunto un valore tra i 5,30 e i 5,60 euro. Secondo le previsioni, ci sarebbero tutti i presupposti per arrivare di nuovo ai valori di fine 2019, o quantomeno per recuperare raggiungendo prima i 6 euro, per poi sfiorare il target di circa 8 euro.

Guardare agli indici azionari è essenziale per comprendere l’andamento dell’economia: questi, infatti, possono essere definiti come dei veri e propri portafogli, capaci pertanto di esprimere l’andamento generale dei titoli compresi al loro interno. Tra quelli statunitensi, ad esempio, l’indice di Wall Street è sicuramente uno dei principali, così come il Ftse Mib lo è per la Borsa italiana. Vista la possibilità di poter essere esposti su un intero settore con una sola operazione, sono sempre di più, tra l’altro, i trader che scelgono di investire sugli indici azionari: la vasta disponibilità di libri sul trading scritti da esperti del settore è sicuramente un ulteriore punto a favore di questo tipo di investimento.

L’andamento delle altre aziende


Fonte: Pixabay

Tra le aziende all’interno dello stesso indice, troviamo anche Unicredit e Intesa Sanpaolo, entrambe in leggero rialzo come Leonardo. Il titolo di Intesa, in particolare, sarebbe passato dal valore di 1,67 euro dello scorso 10 ottobre al valore di 1,82 euro di mercoledì 11 novembre. Secondo gli esperti, questo titolo potrebbe presto raggiungere il valore di 1,75 euro, per poi salire ulteriormente nel lungo termine. Per questo motivo, un long asset potrebbe essere l’ideale in questo momento.

Situazione simile anche per Unicredit, il cui titolo potrebbe presto arrivare a 8,5 euro. Se si considera che venerdì 6 novembre il suo valore era pari a 6,81 euro e che mercoledì 11 novembre ha già raggiunto un valore di 8,1 euro, l’andamento risulta senza dubbio positivo. Anche in questo caso, siamo lontani dai valori di inizio anno, addirittura superiori ai 14 euro, ma questo lieve rialzo che coinvolge molte aziende sull’indice Ftse Mib è decisamente un buon segno, soprattutto per gli investimenti a medio e a lungo termine, per cui si prevede un netto miglioramento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.