Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Mondiali Femminili, ora l’Italia sogna!

Le Azzurre scenderanno nuovamente in campo venerdì prossimo contro la Giamaica

Il gol di testa di Barbara Bonansea all’ultimo respiro nella partita d’esordio contro l’Australia era proprio quello che serviva a un’Italia a caccia di autostima, coraggio e determinazione. Non che le nostre azzurre si fossero risparmiate in precedenza, ma certamente vincere la prima gara di un Mondiale fa tutta la differenza del mondo e può cambiare ogni prospettiva. Anche perché – vale la pena ricordarlo – l’Italia partiva tutt’altro che favorita contro le australiane. E infatti all’inizio le gambe hanno un po’ tremato, lo svantaggio ha ulteriormente alzato la tensione, ma l’intervallo è servito alle ragazze guidate da Milena Bertolini per scuotersi e rientrare con grande voglia di ribaltare il risultato. E così è andata ed ora è giusto non porsi limiti. Le Azzurre scenderanno nuovamente in campo venerdì prossimo contro la Giamaica, che nel primo incontro è stata strapazzata dal Brasile (3-0 il risultato finale), una delle squadre più attese di questo torneo: con una vittoria contro la nazionale giamaicana l’Italia sarebbe praticamente catapultata agli Ottavi di Finale. Un risultato già prestigioso di per sé, ma soprattutto un’emozione unica se consideriamo che mancavamo da questa competizione da vent’anni: l’attesa era tanta e le nostre ragazze l’hanno patita in avvio, ma non hanno deluso nel secondo tempo contro l’Australia, compiendo un’impresa che nella prima frazione sembrava davvero improbabile.

La doppietta del centravanti della Juventus, invece, ha stravolto tutto. Ora piedi ben piantati a terra per evitare distrazioni, ma a questo punto è anche lecito sognare: ovvio, ci sono ancora “mostri sacri” come USA, Francia, Germania e Brasile con i quali fare i conti, ma Bonansea e compagne hanno un’infinita voglia di stupire e diventare la mina vagante del torneo. Probabilmente pensare di poter vincere il Mondiale va oltre le reali possibilità di una squadra che è partita con ben altri obiettivi, ma di sorprese è piena la storia del calcio. Per altro, del Gruppo C dell’Italia fa parte proprio il Brasile, che all’esordio ha messo in mostra la sua stella Cristiane, autrice di una tripletta contro le giamaicane: la gara contro la nazionale verdeoro andrà in scena martedì 18 giugno, ma a quel punto speriamo che l’Italia sia già qualificata per gli Ottavi e pronta a stupire ancora. Già, perché le brasiliane, come spesso capita, sono tra le squadre tecnicamente più dotate, anche se forse difensivamente qualcosa concedono.

Non a caso, non sono nel novero delle principali favorite della competizione (la quota Brasile vincente si aggira attorno a 16): come dicevamo in precedenza, sono invece gli Stati Uniti campioni in carica e la Francia padrona di casa a dividersi il primo posto nelle preferenze dei bookmakers (4), seguite dalla Germania (6) e dall’Inghilterra (7,5). L’Italia partiva da ben più lontano (25), ma chissà che l’ottima prestazione contro l’Australia non faccia aumentare i consensi e di conseguenza faccia calare la posta. . Nelle prime uscite le nazionali più attese non hanno tradito: la Francia ha annichilito la Corea del Sud (4-0 il risultato finale), la Germania si è invece imposta sulla China (anche se solo di misura per 1-0), mentre del Brasile abbiamo già detto (netto 3-0 alla Giamaica). All’appello mancano soltanto gli USA, che però esordiranno soltanto martedì in una gara dal pronostico più che scontato: la Thailandia, infatti, non può spaventare un colosso come gli Stati Uniti (la cui vittoria in questa gara è data praticamente alla pari: 1.03!).

Dunque, mettetevi comodi, perché questa edizione della Coppa del Mondo si annuncia certamente tra le più seguite della Storia, ma forse anche tra le più emozionanti, equilibrate e imprevedibili. Su Win Comparator sono disponibili le  quote aggiornate in tempo reale. E speriamo che le sorprese più belle siano ancora tinte di azzurro…

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.