Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Organizzare un viaggio all’estero:quali sono gli step da fare?

Anche ora si può viaggiare e spostarsi, anche se si devono seguire tutte le precauzioni del caso

In questo periodo storico di emergenza sanitaria dovuta al Covid19 non è facile pensare ai viaggi, agli spostamenti e soprattutto in posti più lontani da dove stiamo. Ma come tutte le emergenze passeranno e ci tornerà voglia di muoverci, di scoprire posti nuovi, nuove culture e persone diverse da noi .

Anche ora si può viaggiare e spostarsi, anche se si devono seguire tutte le precauzioni del caso:in questo periodo più che mai e forse sarà lo stessa cosa in futuro non si può organizzare uno spostamento verso un posto lontano puntando su istinto e improvvisazione, ma si dovrà puntare all’organizzazione.

Questo concetto è valido anche per gli spostamenti nello stesso paese, ma a maggior ragione è importante quando decidiamo di organizzare un viaggio all’estero:ma quali sono i passi da fare?Ora faremo una breve, e speriamo ricca rassegna, delle cose da fare ma una cosa è certa:non sempre è saggio fare tutto da soli.

Ci riferiamo soprattutto all’aspetto economico che in questo periodo storico è assolutamente basilare, vista la crisi che sembra non voler migliorare e da questo punto di vista può essere risolutivo il web e i portali a tema come Lastminuteclick.  All’interno di questo ricco sito potrete trovare le offerte più convenienti nei posti più belli,anche se decidete di partire all’ultimo momento!

Ma ora andiamo a vedere quali sono le cose principali da tenere in considerazione prima di partire all’estero!

Informati sui documenti che ti servono

La prima cosa da fare è quella di scoprire se il paese che andremo a visitare ci richiederà particolari documenti. Giusto per fare un esempio classico e semplice: se sceglieremo di visitare un posto al di fuori della comunità europea avremo bisogno del passaporto.

Questo documento lo possiamo richiedere in tutti i commissariati di polizia o in questura e ci servirà quindi per superare le frontiere tra un paese e l’altro:inoltre potrebbe essere necessario richiedere un visto e questo al di là del periodo nel quale si vuole restare in questo paese.

Fare queste cose molto tempo prima di partire ci permetterà di arrivare al giorno del viaggio più tranquilli e sereni.

Decidere se stipulare l’assicurazione sanitaria

Questo elemento viene ingiustamente sottovalutato da tante persone ma potrebbe essere molto utile stipulare un’assicurazione di questo genere specialmente nel caso in cui la permanenza all’estero sarà abbastanza lunga.

Grazie a una polizza sulla salute infatti potremo avere tutte le cure necessarie nel malaugurato caso ci succeda qualcosa e non sappiamo come muoverci. Teniamo presente che ogni paese ha le sue norme, i suoi costi e le sue regole per quanto riguardo la sanità e quindi conviene informarsi prima in tal senso tramite Internet e decidere come muoverci in tal senso.

Guardare le previsioni meteo e il clima prevalente di quel paese

Altra cosa importante prima di preparare le valigie è sicuramente quella di vedere le previsioni meteo, in modo da cercare di capire che tipo di vestiti portarci. Chiaramente le previsioni a lungo termine nel meteo possono risultare non troppo affidabili ma consultarle può darci un’idea generica su cosa ci aspetta in quel senso. Sarà importante soprattutto capire il tipo di clima prevalente che c è nella nazione dove andremo e in particolare nella stagione che abbiamo scelto per visitarla:questo ci permetterà di evitare di portarci vestiti inutili, per poi costringerci a comprarli nel posto e spendere più soldi.

Fare il check in on line e riguardare gli orari dei voli

Prima di partire per la nostra destinazione in alcuni casi saremo obbligati a fare il check in on line:ma anche se non fosse una cosa obbligatoria sarebbe comunque saggio più da fare in modo da non perdere tempo una volta arrivati in aeroporto  e fare il check in al momento, sia perché potrebbe succedere che arriviamo in ritardo  e rischiamo di perdere il volo e sia perché potremmo trovare tante persone in fila.

Altra cosa che conviene non dimenticare è quella di ricontrollare anche il giorno prima gli orari del volo:questo perché ci potrebbero essere delle variazioni all’ultimo minuto e che è bene sapere. Anche se nella maggior parte dei casi è l’agenzia di viaggio che abbiamo scelto o direttamente la compagnia ad avvisarci ma è meglio non rischiare!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.