Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Sushi mania: apre il nuovo risto-sushi express a Roma

L’offerta, nel tempo, si è andata ad affinare, coinvolgendo anche realtà più esotiche e di stampo gourmet, con attenzioni a gusti e necessità particolari.

Altro che dieta mediterranea. Tutti pazzi per il nigiri sakè, il bocconcino di riso servito con una fettina di salmone cruda appoggiata sopra. In lockdown, infatti, gli ordini a base di cucina giapponese sono cresciuti del +42%, confermando un trend che negli ultimi anni ha spopolato – e s’è visto dalle molte aperture di sushi all you can eat in Italia.

L’offerta, nel tempo, si è andata ad affinare, coinvolgendo anche realtà più esotiche e di stampo gourmet, con attenzioni a gusti e necessità particolari. Il salmone resta fra gli ingredienti più amati, sia che si tratti di sashimi o che si tratti di pokè hawaiano, con una crescita vertiginosa di ordinazioni, per un totale che vola oltre il 400% in più negli ultimi anni. È, infatti, stato calcolato che i romani hanno ordinato nel 2018 quasi 10.000 chili di uramaki e più di 7.000 chili di nigiri. Numeri impressionanti, anche considerando la crisi che ha colpito il settore della ristorazione nell’ultimo anno.

Il successo, però, è presto spiegato dalla possibilità di ordinare i piatti più amati a domicilio: da un lato una necessità dei ristoratori per andare avanti in tempi di chiusure forzate, ma dall’altra, il grande vantaggio di potersi far conoscere oltre il proprio isolato, raggiungere clientela più esigente grazie a offerte specifiche e, infine, di utilizzare lo strumento del delivery che si è dimostrato comodo e vincente.

Per quali motivi ci si affida al delivery di sushi?

Com’è noto, a causa dei lockdown dell’ultimo anno, il settore del food mondiale ha dovuto necessariamente ampliare la leva delle consegne a domicilio. Non si è di certo fatto trovare impreparato il mondo del sushi delivery, già avvezzo a questo strumento, grazie alle ordinazioni che spopolano da anni dalle case degli italiani, in cui i romani sono secondi solo ai milanesi. I dati parlano chiaro e il delivery è aumentato del +30%, un numero impressionante, se si considera che si è ordinato a casa circa 6 volte in più di quanto si faceva l’anno precedente.

Le occasioni nelle quali i romani hanno preferito ordinare a domicilio del sushi sono state a fine di un’intensa giornata di lavoro fuori casa o di smartworking, ma anche per tirare su il proprio morale o quello dei familiari in un anno in cui è stato più facile abbattersi. Di contro, moltissimi hanno ordinato sushi delivery Roma per festeggiare piccoli successi di ogni tipo, a confermare come i roll colorati e variegati, ma anche le ricche pokè bowl hawaiane, siano dei piatti che portano gioia già dalla vista, oltre che al palato. Infine, il motivo per cui si preferisce ordinare sushi a domicilio a Roma, è per provare qualcosa di nuovo, un trend che ha preso molto spazio durante il lockdown e che, dal menù, ha visto il boom di ordinazioni della vera novità degli ultimi mesi: il poke hawaiano.

Sushi Roma: il nuovo ristorante Dama Sushi & Poke

Dama Sushi & Poke – Gourmet, in via Antonio Saetta 23 è il nuovo ristorante di sushi gourmet che ha appena aperto in zona Romanina e Tor Vergata. Anche in un periodo in cui il settore food ha visto notevoli difficoltà, il team ha comunque deciso di investire in una nuova apertura, puntando tutto sul delivery di sushi a domicilio a Roma. Una scelta fatta con esperienza: il delivery nella città di Roma ha, infatti, visto un boom nel 2020 del +130% di ordinazioni, con il sushi fra le prime preferenze. In attesa di poter invitare i propri clienti nell’esclusiva location dall’elegante arredo giapponese, Dama Sushi & Poke garantisce un servizio di delivery (attivo tutti i giorni dalle 17 alle 22) che va da zona Romanina e Tor Vergata fino a tutta Roma Est (Appia, Tuscolana, Casilina, Prenestina…), compresa la zona dei Castelli Romani.

Sushi, sashimi, tartare, ostriche e poke bowl: c’è di tutto in menù, in porzioni, ma anche in vassoi, comprese bibite da abbinare al pesce e dolci giapponesi. Le proposte possono essere personalizzate (anche in versione veg) perché il punto di forza di questo ristorante di sushi è la preparazione in espresso a cura del sushiman: in questo modo il gusto si concentra nell’esaltazione delle materie prime di qualità (salmone, tonno, gamberi rossi fra i più richiesti) e il cliente, anche nelle tempistiche tipiche del delivery in una grande città come Roma, può esser certo di aver consegnato a domicilio un piatto freschissimo. Quando si parla di sushi e riso non è una garanzia da poco, soprattutto in quella che è una cucina gourmet e che, in base a questo, deve garantire una qualità di livello più alto.

L’avventura di Dama Sushi & Poke ha appena preso il via, entrando con sicurezza in un mercato di successo. Anche se il settore del food è in fatica, i proprietari sono in fiduciosa attesa di poter ospitare i clienti a cena, al tavolo, per una coccola anche maggiore di quella offerta dalle consegne a domicilio. L’apertura è, quindi, una sorta di augurio a tutto il settore, un invito a non fermarsi e a non smettere di garantire la qualità a una clientela che nemmeno in lockdown ha rinunciato alla buona cucina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.