Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Tagliaerba a batteria: il nuovo modo di prendersi cura del giardino

Con la scelta di un tagliaerba a batteria, la manutenzione ordinaria diviene meno frequente in quanto non c’è un carburatore all’interno della struttura.

Prendersi cura di un’area verde o di un giardino può risultare piuttosto faticoso allorquando non si dispone dell’attrezzatura giusta. Per fortuna, l’innovazione tecnologica ha apportato notevoli migliorie ai classici attrezzi per la rasatura del prato, rendendoli più potenti, più precisi e più manovrabili rispetto al passato. Dunque, dai tagliaerba manuali si è passati a quelli a motore ma si trattava pur sempre di modelli pesanti ed inquinanti, basando il funzionamento su una speciale miscela. Per le ragioni menzionate, chi è in cerca di una valida alternativa ai tagliaerba a motore, può contare su un tagliaerba a batteria. Nello specifico, con la scelta di un tagliaerba a batteria si pone fine ai tipici problemi di gestione del filo elettrico e al fastidio di riparazioni frequenti dopo l’uso quotidiano. Infatti, una gestione errata del filo elettrico poteva farlo finire sotto le lame o rendere necessario l’acquisto di una prolunga, per muoversi liberamente sulla superficie da lavorare. Con la scelta di un tagliaerba a batteria, la manutenzione ordinaria diviene meno frequente in quanto non c’è un carburatore all’interno della struttura. Inoltre, scompaiono i residui di miscela che, se non rimossi tempestivamente, possono arrecare danno al tagliaerba.

Tagliaerba a batteria: performance eccellenti grazie al motore elettrico

Tra i punti di forza di un tagliaerba a batteria, si inserisce sicuramente il motore elettrico. Nel dettaglio, il motore elettrico non prevede un carburatore ma è dotato di una batteria ricaricabile. Se, per ragioni di lavoro o di vita quotidiana, si ha a che fare con aree verdi medio – grandi, il consiglio degli utenti è di puntare su un modello dotato di una batteria con una notevole autonomia, riportata nella scheda tecnica del prodotto. È bene sapere che la maggior parte delle batterie in circolazione presenta un’alta percentuale di litio, un metallo a doppio vantaggio. Infatti, se da un lato questo metallo riduce il peso del motore elettrico, dall’altro ne accresce le prestazioni in fase di taglio. Benché la natura resti la stessa, le batterie ricaricabili, differiscono per le reali dimensioni. Si parte da una base di 28 centimetri fino ad un massimo di 45 centimetri. Infine, le componenti menzionate hanno l’ulteriore pregio di attutire i disturbi provocati del motore in funzione e di poter essere sostituite, una volta usurate, con una piccola spesa.

Tagliaerba a batteria: un taglio impeccabile grazie al sistema di regolazione

Prima di concludere il discorso sulle funzionalità di un tagliaerba a batteria, merita una menzione il sistema di regolazione del taglio. Con la scelta di un tagliaerba a batteria, il consumatore disporrà di una falciatura impeccabile, grazie all’innovativo sistema che consente di orientare l’altezza delle lame su 5 livelli, da 25 ad 80 millimetri. In genere, per fissare l’altezza delle lame, basta premere un tasto o regolare una manopola sul pannello di controllo. Oltre a falciare l’erba, i modelli di ultima generazione si preoccupano anche di arricchire il terreno con sostanze nutritive, rendendolo il posto ideale per fare un picnic con tutta la famiglia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.