Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Tutte le mete da scoprire in un viaggio on the road in Campania

Se volete cercare un punto di partenza ideale lo potete individuare nella Valle del Calore e Alburni

Avete mai pensato di intraprendere un viaggio on the road in Campania? Al di là delle mete più note come Napoli e Caserta, questa regione offre molte altre destinazioni da non perdere. Un esempio è quello offerto dalla Costiera Cilentana, che si trova nella parte meridionale della Campania e che può vantare il titolo di patrimoni mondiale dell’umanità che le è stato attribuito dall’Unesco. Se volete cercare un punto di partenza ideale lo potete individuare nella Valle del Calore e Alburni: è qui che si trovano i suggestivi templi di Paestum. Dopo un viaggio di una ventina di minuti, invece, si può arrivare nell’Alto Cilento, il cui sito di maggior interesse è rappresentato senza dubbio dal castello aragonese di Agropoli.

Come raggiungere Castellabate

Poiché i mezzi di trasporto pubblici sono troppo vincolanti, sia dal punto di vista degli orari che sul piano dei percorsi, il consiglio che vi offriamo è quello di prendere un’auto a noleggio, in modo da poter godere della massima libertà di movimento, eventualmente anche per viaggiare di notte. Temete che costi troppo? Niente paura: non dovete far altro che recarvi sul sito www.easyterra.it per approfittare della comodità assicurata da un comparatore di tariffe che vi permette di scoprire quale compagnia di noleggio vi offre i prezzi più bassi. Questa piattaforma è facile da utilizzare, pratica e soprattutto gratuita. A bordo della vostra macchina noleggiata potrete, così, raggiungere Castellabate, che tutta Italia ha imparato a conoscere qualche anno fa grazie al film campione di incassi “Benvenuti al Sud”, con protagonisti Alessandro Siani e Claudio Bisio.

Che cosa fare nel Cilento

Castellabate è uno dei borghi del Cilento più suggestivi, anche per merito della sua posizione particolare, sopraelevata in cima a una collina. Da lì si può scendere in direzione del mare e fare tappa a Punta Licosa, che accoglie una delle spiagge più piacevoli di tutto il Paese. Quindi, il viaggio on the road potrebbe continuare nel Vallo di Diano, che ospita la certosa di San Lorenzo di Padula, che l’Unesco ha inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità. Molto pittoresco è anche il villaggio di Acciaroli, dove un tempo la pesca era la principale attività svolta dagli abitanti del posto.

In viaggio verso Caserta

Con l’aiuto di un navigatore, il viaggio può continuare a Caserta, dove ovviamente è d’obbligo una tappa presso la celebre Reggia, circondata da un parco tanto grande quanto emozionante. La Reggia di Caserta vanta addirittura un primato mondiale, visto che si tratta della residenza reale più grande a livello planetario. Al di là del record, comunque, è impossibile rimanere impassibili di fronte alle sue sale straordinarie, alla scenografia disegnata dalle fontane e dalle vasche del giardino. Nei dintorni, invece, vale la pena di visitare il borgo antico di Caserta Vecchia, dove il tempo sembra essersi fermato: e la stessa sensazione si avverte anche salendo sul belvedere panoramico della residenza reale di San Leucio. A una ventina di minuti di distanza c’è Santa Maria Capua Vetere, che si può raggiungere percorrendo la via Appia: una città romana antica in cui svetta l’Anfiteatro Campano. Non è lontana la città medievale di Capua, con le sue fortezze, i suoi palazzi e le sue chiese. Alle pendici del monte Tifata sorge Sant’Angelo in Formis, frazione di Capua noto per ospitare un monastero bizantino.

La Costiera Sorrentina

La Costiera Sorrentina è un’altra meta da non dimenticare: meglio mettere in valigia occhiali da sole e costume da bagno, perché sarà difficile resistere alla tentazione di una bella nuotata. Meta di Sorrento è una località di antiche origini in cui sorge la duecentesca Chiesa di Santa Maria del Lauro, e si trova a pochi minuti di macchina da Vico Equense, che corrisponde all’inizio della costiera: vi trovate più o meno a tre quarti d’ora di distanza da Napoli. Per una sosta panoramica potreste fermarvi a Sant’Agnello, per poi raggiungere la Città delle Sirene: Sorrento, appunto. Da qui ci vuole davvero poco per arrivare a Massa Lubrense.

… e la Costiera Amalfitana

L’altra costiera da non perdere è quella della prima Repubblica Marinara medievale: la Costiera Amalfitana, ovviamente, di cui fanno parte splendide località come Minori e Maiori, ma anche Atrani, cioè il comune più piccolo del nostro Paese. Ad Amalfi, oltre al paesaggio marino si può visitare il Duomo, costruito addirittura nel IX secolo, mentre un ultimo stop è richiesto per ammirare i borghi marinari di Praiano e di Conca dei Marini, a un quarto d’ora da Amalfi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.