Seguici su

Cerca nel sito

Le notizie dal territorio

Articolo Redazionale

Vacanze in Sardegna con il traghetto, consigli e dettagli per il viaggio

Che si sia in coppia o con gli amici oppure in famiglia con dei bambini anche piccoli, quindi la meta è l’ideale

La Sardegna è una delle destinazioni più ambite per le vacanze estive. Se infatti è pur vero che l’Italia è piena di belle spiagge e meravigliose località di mare, nessuna si può paragonare a quest’isola. Qui c’è tutto quanto di meglio gli amanti delle vacanze al mare possano desiderare: acqua pulita e cristallina, spiagge di sabbia ampie e chiare, raggiungibili senza dover fare chilometri a piedi e tutti i servizi di cui si può avere bisogno. Che si sia in coppia o con gli amici oppure in famiglia con dei bambini anche piccoli, quindi la meta è l’ideale.

C’è chi “teme” la sola idea di fare le vacanze in Sardegna per via dei costi, ma in realtà come per tutte le destinazioni, dipende da come ci si organizza. Anche se alla Sardegna si associano immagini di yot di lusso o la bella vita di Briatore, insomma, è bene sapere che sull’isola c’è posto per tutti. Il modo migliore per arrivarci, nonché il più economico è sicuramente il traghetto e i motivi sono diversi.

Sardegna in traghetto: tempi

Il traghetto è il mezzo più comodo per andare in Sardegna. Una prima obiezione a questa affermazione sono le tempistiche perché questo mezzo per fare la traversata via mare ci mette anche 8 ore. Non bisogna però immaginarsi 8 ore seduti su un ponte fermi immobili ed in una situazione di disagio perché non è affatto così. I traghetti che percorrono queste tratte non sono i traghetti per brevi percorsi come quelli a Venezia o su qualche lago, ma sono delle grandi navi che assomigliano, per certi versi, alle navi da crociera.

Passare 8 ore, quindi, sul traghetto non è affatto male, anzi vuol dire cominciare la propria vacanza non appena si mette piede sulla nave. Chi viaggia può sceglie se fare il passaggio ponte, quindi sedersi dove trova posto, sostanzialmente, spendendo poco o se prenotare una poltrona per essere certo di avere da sedere. In alternativa ci sono anche le cabine con le cuccette da 2 o da 4. In questo caso si presume che si scelga di viaggiare di notte (che costa anche meno), così veramente non ci si rende nemmeno conto del tempo che passa.

Costi e comfort con Grimaldi Lines Sardegna

Viaggiare in Sardegna con Grimaldi Lines consente di avere a disposizione innumerevoli servizi, intrattenimenti e comfort. A bordo si possono infatti trovare ristoranti ottimi dove pranzare o cenare in tranquillità a qualunque orario (facendo così già passare 2-3 ore), bar dove bere qualcosa o fare spuntini. Ci sono poi intrattenimenti come il casinò, la piscina, il centro benessere, la zona solarium e la zona per i giochi dei bambini.

Il passaggio ponte, la poltrona, la cabina (interna o con vista mare) hanno costi differenti che crescono mano a mano in proporzione al comfort di viaggio. A variare il tariffario sono anche l’esatto porto di partenza e ritorno, il periodo in cui si viaggia, quanto prima si è prenotato, l’orario e il giorno della settimana scelti. Utilizzando i siti che permettono di confrontare i prezzi è possibile fare diversi tentativi per trovare quello di più economico che si sposa con le proprie esigenze.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Faro Online, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.