Seguici su

Cerca nel sito

Social Pride Roma

Al via la 1a edizione di Social Pride Roma, la grande festa del sociale

01/07 » 03/07/22

:

Attenzione l'evento è già trascorso

Roma – Il sociale incontra la cultura, l’arte, il teatro, la musica, l’infanzia, l’agricoltura, l’enogastronomia e la sostenibilità. Tutto questo è la prima imperdibile edizione del Social Pride Roma. Un’occasione per condividere temi sociali con uno spirito leggero arricchito da un proficuo confronto comune. “Un evento non evento perché è una grande festa”, così viene definita dagli organizzatori, ovvero la Cooperativa Agricola Sociale Agricoltura Nuova , in collaborazione con la Cooperativa Sociale CEAS di Mentana, la Cooperativa Agricola Sociale Selva Grande, la Cooperativa Sociale Asso-Agenzia Sviluppo SOciale, la Cooperativa Paolina Poggi e non meno l’importante il patrocinio di Città Metropolitana di Roma Capitale. Una celebrazione dell’orgoglio sociale, Social Pride vuole essere il momento  in cui il Terzo Settore si incontra per fare il punto della situazione, su quanto è stato fatto fino ad oggi e su quanto ancora si può fare, mettendo al centro le persone, i territori e le comunità.

L’obiettivo è offrire ai propri operatori e destinatari uno spazio dedicato alla festa per stare insieme dopo due  terribili anni di pandemia che hanno segnato negativamente proprio le categorie più fragili. L’iniziativa vuole essere anche uno strumento di sensibilizzazione per i giovani sui temi sociali e su un nuovo concetto di “Comunità attiva”.

Sulle tre giornate saranno distribuiti talk, spettacoli teatrali, presentazioni di libri, poesia, cabaret, musica dal vivo, spazio per i più piccoli con animazioni e naturalmente buon cibo. Presenza fissa per stand enogastronomici come Bistrot Contadino (Roma Food Village e Chef di strada), Un Posto Buono e la dolce collaborazione di Capitan Cono e il Gelatone. Immancabili  le cucine di Agricoltura Nuova.

Inoltre parteciperanno illustri rappresentanti delle istituzioni e importanti e note  aziende del territorio come Leroy Merlin e Bacardi Martini.

Social Pride Roma tra sociale  e  sostenibilità:  parlano gli organizzatori

La manifestazione si terrà, non a caso, presso Agricoltura Nuova, una delle prime cooperative in Italia che ha saputo negli anni unire la dimensione agricola con i valori del sociale e della sostenibilità ambientale.Infatti, è stata tra le prime a convertirsi interamente al biologico considerandolo una scelta etica per rispettare l’ambiente e i lavoratori. All’insegna dei suoi valori di inclusione, cooperazione e condivisione si fa promotrice e organizzatrice di un evento dedicato al settore. “Abbiamo immaginato queste tre giornate come una grande festa”- racconta Carlo Patacconi, presidente di Agricoltura Nuova – “per condividere esperienze ed attività effettuate da realtà che devono conoscersi meglio per lavorare meglio. Sarà un momento per integrare al meglio le forze che le due associazioni (agricoltura Nuova e Ceas) vogliono condividere. Una occasione per rappresentare quell’orgoglio sociale che si nutre di cose utili e  necessarie, di cose di cui  si parla sempre troppo poco. Il mondo del sociale non è un mondo residuale”.

Il Social Pride è un momento di riflessione che abbiamo lanciato”- commenta Mauro Giardini, presidente di Ceas Mentana e della Cooperativa Sociale Agricola Selva Grande – “perché dopo tanti anni di innovazione sociale, condivisione e sperimentazione, condivisioni di reti, sia locali che internazionali, è giunto il momento di confrontarci tra di noi per capire le cose che abbiamo fatto bene e le cose che abbiamo fatto male, perché abbiamo davanti un periodo di grandi sfide, le difficoltà che viviamo ci inducono a pensare che dovremo trovare risposte alternative a problemi mai affrontati. Quindi dobbiamo preparare un bel terreno fertile dove coltivare queste sfide e vogliamo farlo con tutte le associazioni vicine a noi, per capire come funzionano le reti, dove sbagliano e cosa possono fare insieme, perché “me sa che qualcosa l’avemo sbajata”.

Gli organizzatori si sono avvalsi della Brand Ambassador Laura Fini per la riuscita della kermesse: “l’evento vuole essere ironico e in controtendenza; il sociale non è triste, anzi; insieme vogliamo dimostrare che questo settore reagisce veloce in ogni circostanza e di fronte ad ogni difficoltà; lo slogan nasce da una consapevolezza certa delle associazioni organizzatrici: se ancora c’è tanto da fare qualcosa non è andata”.

Il programma delle tre giornate:

Venerdì 1 luglio:

17.00 Apertura SOCIAL PRIDE

17.00 Animazione e giochi per bambini a cura di Melaverde

17.30 Talk: Responsabilità sociale d’impresa e valorizzazione territoriale

18:30 Presentazione del libro “Rinascimento Europeo Il libro dell’Europa che

siamo stati, che siamo e che dobbiamo diventare” di Gianni Cuperlo.

19.30 Aperitivo in collaborazione con Un Posto Buono al Vivaio Nonno Piero

21.30 Spettacolo di cabaret, musica e poesia con Luciano Lembo & Friends

Sabato 2 luglio:

17.00 Apertura, animazione e giochi per bambini a cura di Melaverde

17.30 Talk: Economia civile e circolare, reattività del mondo sociale e

progetti innovativi

19:30 Aperitivo in collaborazione con Un Posto Buono

20.00 Occupare per “occuparsi” 45 anni di ecologia silenziosa in

occasione del 45° anniversario dell’occupazione di Decima Malafede.

21.30 Spettacolo musicale a cura di The Lost Soul Band

Domenica 3 luglio:

11.00 Apertura, animazione e giochi per bambini a cura di Melaverde

12.00 Aperitivo in collaborazione con Un Posto Buono

16.00 Giochi e animazione per grandi e bambini a cura di Melaverde

19.30 Aperitivo in collaborazione con Un Posto Buono

21.00 Spettacolo teatrale “Pensa Libero” a cura del  laboratorio teatrale La Fabbrica dei Ricordi Felici: una performance di teatro danza molto suggestiva ed emozionante con la regia di Dania Apolloni e Alessio Luzzi e le coreografie di Elena Latorre. Un vero e proprio affresco danzato e recitato sulle ingiustizie che ci sono nel mondo, sulle brutture che pilotano il nostro pensiero, sulla storia ingiusta dei giusti. I ragazzi e le ragazze hanno creato una performance di teatro danza che è un pugno nello stomaco per tutti noi. Il teatro quindi  come mezzo di comunicazione.

Prenota il tuo biglietto gratuito registrandoti al link https://bit.ly/3NTkp6y

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!