Seguici su

Cerca nel sito

La Asl revoca la chiusura notturna dei nuclei di cure primarie video

La Asl revoca la chiusura notturna dei nuclei di cure primarie

Più informazioni su

La Asl revoca la chiusura notturna dei nuclei di cure primarie

Il Faro on line – La conferma arriva direttamente dalla Asl: è stato revocato il provvedimento di chiusura dei Nuclei di Cure Primarie di Fregene, Fiumicino e Casal Bernocchi. La decisione è stata presa nel corso di una riunione che si è tenuta tra i vertici della Asl e le rappresentanze sindacali. È stato lo stesso Giuseppe Legato, commissario straordinario della Asl, a comunicarla durante l’incontro.

Il comunicato ufficiale

“Nei giorni scorsi a motivo di una notevole mole di accessi al Pronto soccorso del presidio ospedaliero G.B. Grassi, in particolare nella giornata del 6/12/2016, dove i pazienti in attesa di ricovero erano 51 e del 7/12/2016 erano presenti erano presenti 72 pazienti, di cui 31 in attesa di ricovero, aveva indotto questa Direzione ad ipotizzare una sospensione temporanea del servizio notturno dei Nuclei cure primarie.

E’ da specificare che questa Azienda nonostante sia stata autorizzata, fin dal mese di marzo ad assumere 15 infermieri e 20 operatori sanitari, ad oggi ha inoltrato ben 380 telegrammi di proposte di assunzione riuscendo a reclutare solo 9 infermieri.

L’azienda attivando misure di carattere straordinario è riuscita a reperire un numero di personale sufficiente a superare la fase di emergenza che ha indotto questa Direzione a rivedere l’ipotesi della sospensione temporanea della chiusura parziale dei Nuclei cure primarie”. (firmato: il Commissario straordinario dott. Giuseppe Legato)

“Una situazione che non è stata gestita al meglio – dichiara Giuseppe Conforzi presidente del sindacato Uil Fpl che ha partecipato alla riunione – Legato ci ha fatto sapere che ha ritirato la sua decisione, i Nuclei di Cure Primarie di Fregene, Fiumicino e Casal Bernocchi non chiuderanno più la notte. Sono state trovate altre risorse per reperire il personale infermieristico che manca all’ospedale Grassi di Ostia, in parte interne e in parte esterne.

La soddisfazione di Santori: “Merito dei cittadini”

“Siamo felici di aver contribuito con le nostre posizioni a scongiurare la chiusura notturna dei presidi di Fiumicino e Fregene che avrebbero sguarnito il territorio di fondamentali punti di primo soccorso. La Regione Lazio e la Asl Rm3 finalmente sono tornati sui loro passi, soprattutto dopo la mobilitazione dei tanti cittadini costretti a scendere in piazza per difendere un loro diritto, i quali anche oggi hanno protestato in via Coni Zugna.

Il nostro grido di allarme era fondato ma resta l”amarezza per le scelte sconsiderate proposte dall”amministrazione Zingaretti sul fronte sanita’‘ che vengono imposte dall”alto senza alcuna condivisione ne” informazione. Nemmeno il Pd, partito dello stesso presidente Zingaretti, crede piu” al governatore se e” costretto con lo stesso capogruppo in Consiglio regionale a chiedere di evitare la chiusura nonostante le affrettate precisazioni ufficiali giunte ieri dalla Regione Lazio. Ovviamente continueremo a vigilare per garantire l”accesso a servizi fondamentali e inalienabili dei cittadini messi a rischio dall”incompetenza di questa sinistra”. Cosi” in un comunicato Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d”Italia.

 

Più informazioni su