Seguici su

Cerca nel sito

E sul mercatino di Ostia e Fiumicino spunta la bambola gonfiabile riscaldata

Capita nel “Mercatino di Ostia, Fiumicino e Dintorni” su facebook, di trovare anche cose che non ti aspetti, e che in qualche modo sono il segno dei tempi. Tra mobili e motorini, trolley e orologi c’è anche chi vende una ultratecnologica bambola gonfiabile, di quelle per fare sesso da soli (si spera… non usata). Capiamoci subito: non è la notizia in sé a fare scalpore, ma il segno del cambio dei tempi, i commenti più o meno puritani. Un fenomeno che registriamo e sul quale vale la pena fare qualche riflessione.

L’annuncio, corredato di foto, non lascia spazio all’immaginazione: “Sexy doll giapponese “nuova” materiale lattice. Sistema preriscaldato. 300 € anziché 700. no ritiro a mano. sped. a carico vostro”. “Chiedo scusa per il post – afferma l’autore della vendita – ma per chi le usa non ce niente di male…”

Sarà, ma il popolo del web si è scatenato tra favorevoli e contrari, bacchettoni e libertini. Con una riflessione di fondo: se la merce viene offerta è perché esiste una domanda, ed è su questa eventualmente che dovremo interrogarci.

A leggere i commenti, poi, si entra dentro al problema sociologico…

Meglio una copia in silicone che una scappatella-tradimento se sei in viaggio a lungo. Poi…non bisogna corteggiarla ?

 

Comunque non vorrei dirvi nulla ma su questo tipo di oggetti giapponesi c’è solo il feticismo del collezionismo. Insomma c’è chi ne colleziona perché sino di una fattura e materiali pazzeschi. Siete mai stati in Giappone?

 

Nei paesi orientali e’ praticamente normale possedere una replica. c’ e’ addirittura chi le porta in giro o ci va al ristorante..con moglie a casa consenziente

Un po’ di storia

La bambola sessuale, impropriamente detta bambola gonfiabile, è un giocattolo sessuale che tenta di imitare il corpo umano per consentire degli atti sessuali simulati. La bambola può consistere in un corpo completo, viso, arti e così via, o essere composta solo dalla parte pelvica o comunque degli orifici necessari alla copulazione (ano, vagina o pene e bocca). questi orifici sono in alcuni casi vibranti e possono essere rimovibili.

Le prime bambole sessuali furono usate già nel 1600. Note come dames de voyage, queste bambole di cotone e stoffa venivano usate dai marinai francesi e spagnoli durante i lunghi viaggi in mare. Nonostante esistano delle testimonianze scritte sull’esistenza delle dame da viaggio, non è stata ancora trovata una versione originale

L’ironia finale

Esilarante, infine, il commento – con la classica ironia romana – con cui chiudiamo questo piccolo articolo che vuole essere uno spaccato del mondo che cambia e dell’evoluzione del senso del pudore.

“Per 3 piotte me deve pure spiccia’ casa!!!”.

E ha detto tutto.