Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

VIDEO Ufo sul litorale romano, ancora un avvistamento

Straordinario: ore 13,00 sulla verticale di Dragona un oggetto volante non identificato Ufo volteggia senza fare rumore

Dragona – Sorprendente avvistamento Ufo e straordinaria registrazione video oggi, in pieno giorno, nel cielo del litorale romano. Una donna ha ripreso il volteggio di un oggetto volante non identificato luminoso, multiforme, privo di ali e di motore, senza identificativo aeronautico.

Dragona

Le eccezionali immagini che vi mostriamo e che sono state pubblicate anche dal gruppo Skywatcher ostialido (che ringraziamo per la collaborazione) si riferiscono all’avvistamento che ha fatto poco prima delle ore 13,00 di martedì 23 gennaio una ricercatrice Ufo esperta anche di riflessologia, Iwona Szymanska. Il filmato, della durata di 1’43” mostra questo oggetto ad assetto variabile sospeso in cielo ad un’altezza di circa mille metri. Dall’audio si può costatare che non emetteva rumore ed aveva una consistenza flessuosa e luminescente.Era tanto che girava sulla zona” commenta Iwona Szymanska, l’autrice del video che ha effettuato la ripresa dal giardino, all’aperto, con una videocamera e non con il cellulare perchè con questo l’oggetto era difficilmente inquadrabile. Come si può vedere, in quel momento in zona c’era assenza totale di vento, quindi impossibile pensare ad un aquilone o a una busta di plastica (di enormi dimensioni) in volo. “Volteggiava in lontananza e quando ho iniziato la ripresa si è avvicinato per sparire improvvisamente” prosegue la testimonianza.

Si tratta di quello che in Sudamerica è definito un EBANI che sta per Entità Biologica Aerea Non Identificata, acronimo che è compatibile anche con la nostra lingua – sottolinea Fabrizio Mollicone, esperto aeronautico e ufologo – Gli avvistamenti non sono infrequenti ma riguardano, come in questo caso, principalmente persone contattiste vale a dire dotate di particolari sensibilità per entrare in contatto con queste entità sconosciute. Magari potrebbe trattarsi di una sonda o di un velivolo per scopi speciali ma l’identità aeronautica e le caratteristiche non sono assolutamente note”. I cosiddetti ufo-EBANI (Entità Biologiche Anomale Non Identificate) appaiano come lunghi vermi volanti (in inglese infatti si usa definirli ufo-worms ) di vari colori che cambiano posizione e forma nel loro lento volare,tali oggetti hanno un aspetto e un comportamento decisamente bizzarro e poco tecnologico, perlomeno secondo i parametri della nostra conoscenza della tecnologia. E possibile che alcuni di questi Ebani siano agglomerati di palloncini attorcigliati ma questa ipotesi non spiegherebbe tutte le prerogative degli ufo-worms, come ad esempio il fatto che siano stati filmati dagli astronauti nell’alta atmosfera se non nello spazio, la luce propria che emanano, la capacità di cambiare colore o la capacità di rimanere immobili nel cielo resistendo alle correnti d’aria.

L’avvistamento fa seguito a quello avvenuto di sabato 20 gennaio da noi documentato con testimonianze, quando centinaia di persone, poco prima delle ore 20,00, hanno notato nel cielo un oggetto volante caratterizzato da un notevole bagliore verde e da una traiettoria del movimento irregolare, sia per direzione che per velocità. Qualcuno avrebbe anche sentito un boato accompagnare la visione.