Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, dopo Venere e Nettuno approda al mare di Roma anche Diana

Il gruppo di performer artistici colloca la statua di Diana, Dea della Caccia, nel Canale dei Pescatori davanti alla pineta di Castel Fusano

Ostia – E dopo Venere e Nettuno, l’Olimpo acquatico del mare di Roma si arricchisce anche di Diana. Una statua della Drea della Caccia è stata collocata nella notte da ignoti performer artistici nelle acque del Canale dei Pescatori davanti alla Pineta di Castel Fusano. Anche se poi dagli studiosi arriverà questo chiarimento.

Ostia

Dopo un week end di pioggia e vento, stamattina l’apparizione della statua bianca. Si trova nell’acqua sulla sponda opposta all’altezza dell’incrocio tra via dei Pescatori e via Mar dei Coralli. Gli sconosciuti performer, quasi certamente gli stessi che hanno posizionato in mare le statue di Venere e di Nettuno, hanno scelto di collocare Diana in un punto di massima visibilità e, simbolicamente, a ridosso di quella che per l’epopea reale è stata una tenuta di caccia.

La statua di Diana va ad arricchire lo speciale “Olimpo” di Ostia quella di Venere si trova al “Pontiletto” diroccato in legno davanti all’ex colonia, quella di Nettuno è sulla scogliera alla destra del Pontile. O, almeno, dovrebbe essere: la potente mareggiata dei giorni scorsi ha sradicato la statua che è scomparsa sotto l’acqua.