Seguici su

Cerca nel sito

Europei di Lotta, Dalma Caneva argento nei 68 kg: “Medaglia inaspettata, sono felicissima”

Primo alloro senior e in Europa per la campionessa azzurra. Una finale in sordina ma ricca di concentrazione. Tifo assordante in un affascinante Pala Pellicone

Ostia – Conclusa anche la quarta giornata degli Europei di Roma, integralmente dedicata alla lotta femminile.

LOTTA

A spiccare su tutte è l’argento conquistato da Dalma Caneva nei 68kg. Dopo l’ottimo percorso di ieri in cui Dalma ha battuto la lituana Domikaityte ai quarti e la tedesca Anna Carmen Shell in semifinale, si è trovata di fronte la russa Khanum Velieva per guadagnare il titolo di campionessa d’Europa.

La vicecampionessa europea con l’argento

La russa purtroppo ha avuto la meglio e per l’azzurra è stato argento: la seconda medaglia della Nazionale, dopo quella di Kakhelashvili. Ecco le dichiarazioni a caldo di Dalma: “È la mia prima medaglia europea senior. A differenza della Ranking Series ho trovato la giusta concentrazione e sono contenta di aver avuto il mio coach vicino a darmi sostegno. Non ho ancora realizzato di essere vicecampionessa europea. La mia caratteristica migliore è la costanza, il fatto di non mollare mai, e questa medaglia inaspettata ne è l’esempio”.

Per quanto riguarda le altre azzurre in gara, Enrica Rinaldi nei 72kg ha conquistato una finale per il bronzo contro la rumena Caterina Axente. La sfida sarà domani pomeriggio.

Le altre azzurre, impegnate nelle fasi eliminatorie, sono state Sara Ettaki (53kg), Arianna Carieri (57), Aurora Campagna (62) e Veronica Braschi (65). Purtroppo tutte e quattro le atlete sono state eliminate al primo turno, ma grazie al ripescaggio Arianna Carieri può ancora sperare nella medaglia di bronzo. Domani la sfida con la svedese Lindborg per accedere alla finale.

L’appuntamento è dunque a domani con le fasi finali della lotta femminile e con le qualificazioni del primo gruppo della Lotta Libera. Questi gli azzurri in gara: Givi Davidovi (-57), Abdellatif Mansour (-65), Gianluca Talamo (-70), Salvatore Diana (-79) e Abraham Conyedo Ruano (-97).

(Il Faro on line)(foto@fijlkam)