Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, M5S di lotta e di governo su Pua e lungomuro. E la sindaca corre in soccorso

Il M5S maggioranza assoluta in X Municipio contesta le opposizioni. E la sindaca Virginia Raggi interviene: "Salvini solo chiacchiere e lungomuro"

Ostia – In X Municipio si discute il Pua e la possibilità di rimuovere parte delle barriere che ostacolano la visuale tra lungomare e spiaggia, il cosiddetto “lungomuro”. Il M5S, che ha la maggioranza assoluta nel Consiglio, mette in scena una manifestazione contro le opposizioni. E per dare forza alla sua lotta chiama la sindaca Virginia Raggi. Che se la prende con Salvini.

Generico febbraio 2020

E’ il cortocircuito politico al quale hanno assistito quanti stamattina sono passati davanti al Palazzo del Governatorato. Sorretta dai consiglieri pentastellati e da attivisti, il M5S ha esposto striscioni e urlato slogan all’insegna del “Giù il lungomuro“. Veemente l’assalto a urla e spintoni nei confronti del consigliere PD Athos De Luca che ha dato del “buffoni” ai manifestanti.

C’è il dubbio che sia iniziata la campagna elettorale per le comunali 2021 e che il M5S punti molto sull’attuazione del Pua (Piano di utilizzazione degli arenili) che, così come proposto, è un regolamento, non ha efficacia urbanistica e manca del parere dell’Agenzia del Demanio, “proprietaria” degli stabilimenti balneari. Non si capisce, sul piano strettamente politico, quale è il senso della protesta considerato che il gruppo del M5S ha la maggioranza assoluta in X Municipio così come in Campidoglio e, quindi, può approvare il Pua senza il contributo delle opposizioni.

A rendere più chiaro il disegno è stata la partecipazione straordinaria della sindaca Virginia Raggi che ha sfruttato l’occasione per manifestare i suoi strali contro Matteo Salvini, segretario della Lega. “Salvini è contro la legalità, è solo chiacchiere e lungomuro” ha specificato Raggi. “Questa mattina sono stata a Ostia, nel Municipio X, dove si sta votando la delibera di approvazione definitiva del Pua, il Piano di utilizzazione degli arenili. Sto parlando di quel regolamento molto atteso dai cittadini che prevede il recupero delle spiagge libere, la loro riqualificazione, la valorizzazione degli edifici balneari storici e, soprattutto, l’abbattimento di quello che viene definito il lungomuro” ha aggiunto su Facebook la sindaca di Roma.

La sindaca Virginia Raggi interviene sul Pua nel Consiglio del X Municipio

E mentre noi vogliamo abbattere quello scempio la Lega e il centrodestra sono contro. Se vi ricordate, la settimana scorsa, durante il consiglio del Municipio X, – continua Raggi – hanno bloccato i lavori dell’Aula in cui si discuteva il Pua, sostenuto, invece, dai nostri consiglieri di maggioranza. Salvini e la Lega Nord vogliono tornare, o rimanere, al passato: al sistema di privilegi concessi a pochi e alla vista del mare nascosta da un muro di cemento“. “Noi, invece, continuiamo a lottare per dire basta a degrado e abusivismo e per riconsegnare ai cittadini di Roma 18 chilometri di lungomare: il mare di Roma. La legalità deve venire prima di tutto: noi la stiamo ripristinando, giorno dopo giorno, con duro lavoro, sempre a testa alta“, conclude Raggi.

Ci si chiede, infine, che rapporto abbia la battaglia per la legalità, come sostenuto dal M5S, con l’abbattimento del cosiddetto lungomuro: nessun magistrato ha mai denunciato le recinzioni degli stabilimenti balneari come illegali, nessun tribunale ha contestato opere abusive negli stabilimenti (anzi, nel caso della Casetta e del MedNet il Campidoglio è stato smentito proprio su questo punto), cabine e impianti sono opere presenti sulla spiaggia di Ostia fin dagli anni Venti.

La campagna elettorale è iniziata e il M5S intende investire molto su Ostia, feudo di uno dei suoi uomini più forti, Paolo Ferrara.