Seguici su

Cerca nel sito

Caso antenna a Gianola, Marciano: “Il Sindaco blocchi il procedimento”

Marciano: "Il Sindaco organizzi un'assemblea pubblica e porti la discussione del tema in commissione ambiente, congiunta con Urbanistica."

Formia – Sulla probabile installazione di un’antenna per la telefonia mobile in un terreno privato nel noto quartiere di Gianola, a Formia, sta esplodendo un vero e proprio caso.

Dopo l’esposto inviato dai residenti a tutti gli enti preposti e le rassicurazioni del sindaco Paola Villa (leggi qui) a intervenire sulla vicenda è il consigliere comunale di minoranza del Pd, Claudio Marciano, che sui suoi canali social ha fatto sapere di aver già inoltrato tramite PEC un accesso agli atti per acquisire tutta la documentazione per fare chiarezza sull’installazione.

Centinaia di cittadini – ha poi sottolineato Marciano – sono estremamente preoccupati per l’insediamento di un’infrastruttura a pochi metri dalle abitazioni, di cui non hanno saputo nulla dal Comune.”

E ancora: “L’anno scorso è stato approvato in Consiglio Comunale un Regolamento per l’insediamento di antenne troppo permissivo per installatori e proprietari di terreni. A differenza del precedente, però, il nuovo Regolamento esclude solo i centri storici di pregio, mentre consente l’installazione di ripetitori anche presso terreni privati con procedure amministrative semplificate.”

Poi Marciano prosegue: “Al netto degli approfondimenti di rito – che mi riservo di fare con le carte sotto mano – sono evidenti due cose: la prima è che l’installazione di questa antenna risponde ad interessi puramente privatistici e la vicinanza presso le abitazioni, in un quartiere ad alta urbanizzazione, è particolarmente infelice, oltre che inutile ai fini della connettività locale. La seconda è che su questo tema non si è fatta alcuna comunicazione con il territorio, facendo apparire gli interessi speculativi come prioritari rispetto a quelli sociali e al bisogno di democrazia della comunità di S.Janni.

Per queste ragioni – conclude il consigliere democratico-, chiedo alla Sindaca Paola Villa di bloccare il procedimento autorizzativo, di ascoltare i cittadini del quartiere organizzando un’assemblea pubblica e di portare la discussione del tema in commissione ambiente, congiunta con Urbanistica.”

(Il Faro on line)