Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, inaugurato all’aeroporto di Fiumicino il drive-in per test più grande d’Italia fotogallery

Ad oggi sono 25 i drive-in presenti nel Lazio, con una media di oltre 12mila tamponi al giorno

Fiumicino – Un’area di circa 7.000 metri quadri, messa a disposizione da Aeroporti di Roma, riconvertendo in 72 ore una porzione del parcheggio Lunga Sosta; sei checkpoint sanitari per il prelievo dei campioni; 150 le autovetture che potranno entrare. Sono alcuni dei numeri del drive-in per tamponi e test più grande d’Italia, realizzato all’aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci di Fiumicino, inaugurato oggi alla presenza delle Istituzioni locali e regionali.

inaugurazione aeroporto di Fiumicino il drive-in per test più grande d'Italia

LEGGI ANCHE Covid-19, un drive-in per i tamponi anche a Fiumicino

Aperto sette giorni su sette, la nuova area dedicata ai test rapidi, accessibile a chiunque, è facilmente raggiungibile dall’autostrada Roma-Fiumicino grazie anche ad una segnaletica stradale dedicata. Inoltre, per i passeggeri, in arrivo o partenza dallo scalo di Fiumicino che intendano usufruire del servizio, che è a disposizione un servizio di navette da e per l’aerostazione: il collegamento sarà potenziato nelle ore serali per agevolare l’uso del drive-in anche ai passeggeri in arrivo dai Paesi attualmente sottoposti al controllo che non dovessero riuscire ad effettuare i test nella struttura operante presso il Terminal 3 Arrivi.

Abbiamo aperto a Fiumicino il più grande drive-in per tamponi d’Italia e probabilmente d’Europa. Voglio ringraziare Aeroporti di Roma e la Croce Rossa che gestisce il presidio. Uno sforzo immenso che ha un solo motivo: rispondere positivamente alla voglia di tornare a vivere degli italiani e delle italiane”, il commento del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che questa mattina ha visitato il nuovo drive-in per test rapidi.

L’area gestita dalla Croce Rossa ha iniziato i primi test alle 15 di ieri per coloro che sono rientrati dai paesi a rischio contagio come Grecia, Croazia, Malta e Spagna; mentre su base volontaria vengono fatti a chi rientra dalla Sardegna.

“Per tornare a vivere bisogna seguire alcuni comportamenti: mascherine, distanze di sicurezza, lavaggio delle mani e degli ambienti in cui si vive – ha detto Nicola Zingaretti -, ad oggi sono 25 i drive-in presenti nella regione Lazio che ci portano ad avere una media di oltre 12mila tamponi al giorno“.

“Oggi inauguriamo il più grande drive in della Regione Lazio – ha detto l’ad di Aeroporti di Roma, Marco Troncone – con sei postazioni per effettuare tamponi e accogliere 150 autovetture. Si tratta di mosse difensive in uno scenario negativo per il nostro settore. Si è infatti chiuso agosto, il mese di punta, col meno 80 per cento di passeggeri rispetto lo scorso anno (leggi qui). E abbiamo l’annullamento dei flussi dei voli internazionali di lungo raggio”.

“La Croce Rossa è presente all’aeroporto di Fiumicino sin dall’inizio della crisi con la misurazione della temperatura – ha detto il presidente della CRI Francesco Rocca – man mano che sono cambiate le necessità ci siamo resi disponibili a fare quello che c’era bisogno di fare. Il virus è ancora presente, da presidente della Croce Rossa Internazionale sono in contatto con i colleghi fuori dal l’Italia e so quante vittime ancora sta facendo il virus e che la sua aggressività non è diminuita”.

(Il Faro online)