Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, caos in Commissione Trasparenza: i chiarimenti dell’opposizione

L'opposizione: "Una ennesima farsa politica si è consumata nella Sala Consiliare dove si sarebbe dovuta tenere la Commissione Trasparenza per l'elezione del nuovo Presidente"

Ardea – “Deprecabile tentativo di limitare il diritto di rappresentanza democratica. Una ennesima farsa politica si è consumata nella Sala Consiliare dove si sarebbero dovuto tenere i lavori della Commissione Legalità e Trasparenza per l’elezione del nuovo Presidente“. È quanto si legge in una nota stampa congiunta di Fratelli d’Italia, Lega, Cambiamo, Arde@futura, Con la gente per Ardea.

“Qualche minuto prima, infatti, veniva diffusa una nota, a firma del Presidente del Consiglio Comunale, con la quale, con decorrenza immediata, si riteneva sciolto il Gruppo ‘Cambiamo 10 volte meglio’, per mancanza dei requisiti previsti dal Regolamento. Secondo quanto affermato, il corrispondente Gruppo Parlamentare si sarebbe estinto il 17 dicembre 2019, ed in sostanza veniva impedito, al rappresentante di oltre 600 elettori, di poter esercitare il proprio mandato nell’ambito della Commissione stessa”.

“Con la sortita tardiva, se non addirittura postuma, è del tutto incontrovertibile il tentativo di delegittimazione di un gruppo politico. Non solo: ci si domanda, per esempio, sulla validità dei voti espressi dagli interessati nelle decine di sedute precedenti, in ogni consesso, e della efficacia dei relativi atti”.

“Ma la realtà non basta al Presidente Grillo il quale definisce ‘deplorevole per il ruolo istituzionale’ l’assenza dei Commissari, quando invece il metodo seguito era stato con lui stesso concordato. L’ ‘uno vale uno’ a periodi alterni, a seconda della circostanza. Per noi invece la rappresentanza democratica è principio fondante del ruolo ricoperto da ognuno, il resto è palcoscenico”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ardea
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ardea