Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

6 medaglie della Oso agli Italiani di atletica: le ragazze doppio oro in staffetta foto

Non smentisce le attese la squadra di Ostia Lido e riporta da Arezzo un buon numero di allori nella categoria master

Arezzo – Raddoppia il bottino rispetto alla competizione nazionale dello scorso anno. La Oso Old Stars Ostia riparte dallo start, dopo lo stop forzato dalle gare dovuto alla pandemia da Covid-19 e si prende ancora le medaglie della gloria.

Sempre quello il talento della squadra master di Ostia Lido, che non smentisce mai le attese. E sempre quella la bacheca che si riempie di allori. Sono sei, nell’edizione slittata a ottobre del 2020 dei Campionati Italiani di atletica leggera ad Arezzo, le medaglie messe al collo.

Trionfano le donne nelle due staffette in programma. La Oso conquista sia la 4×400 che la 4×100 femminile. E sono le stesse le campionesse, che non scendono idealmente dal podio, ma ci ritornano. Federica Varrassi, Tiziana Cingolani, Alessandra Quarta e Mayra Isab Herrera Bone si piazzano in cima alla classifica nella Sf35 per la prima gara dei 100 con il tempo di 1:00.88 e poi ottengono l’oro italiano anche per i 400 metri, con il crono sul traguardo di 5:04.55. Doppio titolo e doppia gioia senza limite. Tricolore sulle spalle e maglie celebrative della Fidal.

Altri due ori però arrivano dagli Italiani Master. Un orgoglioso e omaggiato Antonio Fausto Gaeta, all’età di 73 anni, dimostra l’energia di un giovane campione e si prende il titolo nei 2000 siepi. Nella Sm70 è lui il migliore. Fabio Solito lascia a casa le scarpette magiche che lo scorso anno lo avevano portato al trionfo (gelosamente custodite come un cimelio) e diventa ancora campione italiano dei 3000 siepi. E se Giovanna Ungania fa pausa dalle gare e tifa per i suoi compagni dagli spalti, la squadra master di atletica del Lido di Mare prosegue a mietere medaglie. Altre due in palmares. E ancora lui sul podio. Gaeta si ripete nei 300 ostacoli mettendo al collo l’argento italiano e il presidente e atleta della Oso Colloca conquista il bronzo nei 400 ostacoli della tradizione.

(clicca per ingrandire)

Un bottino prestigioso da ricordare e riportare a Ostia e sulla pista del Giannattasio, dove la Old Stars Ostia si allena tutti i giorni. Non si sono fermati i sogni dello sport. Il cuore di un atleta ha continuato a battere ed è tornato in pista. La Oso lo ha fatto e ha vinto ancora.

I risultati totali

80 ostacoli

Antonio Fausto Gaeta SM70 23.68

300 ostacoli

Antonio Fausto Gaeta SM70 1:10.85 medaglia d’argento

400 ostacoli

Ferdinando Colloca SM50 1:13.84 medaglia di bronzo

400 metri

Marco Petrucciani SM50 1:03.76

Luca Bartoli SM35 55.51 personal best

1500 metri

Mirko Lanzuisi SM40 4:43.68

Altero fasano SM70 7:12.82

Mayra Isa Bone Herrera b SF35 5:17.97

4×100 metri donne

Federica Varrassi – Tiziana Cingolani – Alessandra Quarta – Mayra Isab Herrera Bone SF35 1:00.88 campionesse italiane (oro)

800 metri

Luca Bartoli SM35 2:15.43

200 metri

Marco Petrucciani SM50 28.74

Tiziana Cingolani SF40 29.62

2000 siepi

Antonio Fausto Gaeta SM70 12:13.71 campione italiano (oro)

3000 siepi

Fabio Solito sm50 11:36.36 campione italiano (oro)

4 x400 metri

5° Marco Petrucciani – Ferdinando Colloca – Antonio Fausto Gaeta – Luca Bartoli SM55 4:36.33

4° Salvatore Colloca – Mirko Lanzuisi – Altero Fasano – Fabio Solito SM50 4:41.97

1° Mayra Isab Herrera Bone – Alessandra Quarta – Federica Varrassi – Tiziana Cingolani SF35 5:04.55 campionesse italiane (oro)

(Il Faro online)