Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Pestaggio con spranghe e asce a Fondi: si costituiscono due dei tre ricercati

La Polizia cerca ora l'ultimo dei sei uomini ritenuti colpevoli dell'aggressione

Fondi – La brutale aggressione con bastoni e mazze ferrate era stata consumata la sera del 30 settembre scorso a Fondi, quando un nutrito gruppo di cittadini indiani aveva compiuto un’autentica spedizione punitiva in danno di due connazionali ai quali, a seguito del grave episodio, erano state procurate serie ferite alla testa, al viso e fratture multiple agli arti.

Le indagini erano subito scattate e avevano condotto, il 15 dicembre scorso, all’esecuzione di 3 delle 6 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina, Giorgia Castriota, mentre erano proseguite, in modo serrato, le ricerche degli altri tre, al momento irreperibili (leggi qui).

La sagacia degli investigatori è stata premiata nella giornata di ieri, 18 dicembre, quando due dei tre cittadini indiani ricercati, di 28 e 29 anni, ormai evidentemente sentitisi braccati dagli investigatori del Commissariato di Fondi, hanno deciso di costituirsi, consapevoli che fosse ormai solo questione di tempo perché gli agenti riuscissero a dare ‘esecuzione al provvedimento restrittivo emesso nei loro confronti.

I due si trovano ora ristretti presso la Casa Circondariale di Rebibbia a Roma.
Proseguono, serrate, le ricerche dell’ultimo fuggitivo.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fondi
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fondi