Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Innerhofer sfiora il terzo posto in supergigante: “Ho rischiato, comunque un buon piazzamento”

L’azzurro torna in gara dopo lo stop degli scorsi giorni a firma un tempo a 4 centesimi dal podio. La forma cresce in vista dei Mondiali di Cortina

Un ottimo Christof Innerhofer arriva ancora una volta vicino al podio nel supergigante che ha chiuso la tre giorni di gare veloci di Coppa del mondo sulla pista di Kitzbuehel. Il finanziere di Gais, quarto nella discesa di domenica, si è ripetuto nel supergigante vinto dall’austriaco Vincent Kriechmayr con il tempo di 1’12″58, giungendo ad appena 4 centesimi dal terzo posto, ancdato all’altro austriaco Matthias Mayer con un distacco di 55 centesimi, mentre lo svizzero Marco Odermatt ha occupato la seconda posizione a 12 centesimi.

Innerhofer conferma così di essere sulla strada del completo recupero dopo i recenti guai che ne hanno condizionato il rendimento, un segnale confortante in vista degli ormai prossimi Mondiali di Cortina, che verranno preceduti dalle gare di Garmisch, dove Christof conserva ottimi ricordi. Giornata senza acuti invece per Dominik Paris, vittima di una scivolata in una curva a destra dopo pochi secondi dalla quale è riuscito a rialzarsi, accumulando però un grave ritardo che alla fine lo ha relegato a 2″18 da Kriechmayr. Matteo Marsaglia è 22esimo con 2″11 di ritardo. Ritirato invece Emanuele Buzzi dopo avere saltato una porta, così come Florian Schieder. E’ caduto invece Davide Cazzaniga, il quale si è procurato un trauma distorisvo al ginocchio destro con sospetta rottura del legamento crociato e martedì verrà visitato a Como dal dottor Andrea Panzeri, presidente della Commissione Medica FISI.

Christof Innerhofer: “Sapevo di aver fatto una bella prova, non perfetta perché sapevo di avere perso qualche decimo nella parte iniziale. Ho cercato di rischiare e vengo premiato per il buon piazzamento. C’erano quattro passaggi molto difficili e il resto dove bisogna rischiare tanto. Qui è sempre così: si tratta probabilmente del superG più difficile della stagione. La pista era molto ghiacciata ed è difficile avere buone sensazioni e guidare nel modo migliore lo sci. In queste due gare ho fatto tutto con il 50% di testa, quando di solito si fa l’80% con le gambe e il resto con la testa. Quando uno sbaglia si arrabbia, ma il giorno dopo si rialza e ricomincia da capo, deve farlo per se stesso, ma anche per il team, per il pubblico“.

Classifica parziale SuperG maschile Kitzbuehel (Aut)

  1. Vincent Kriechmayr (Aut) 1’12″58
  2. Marco Odermatt (Svi) +0″12
  3. Matthias Mayer (Aut) +0″55
  4. Christof Innerhfoer (Ita) + +0″59

 

(fisi.org)