Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Omicidio di Erik D’Arienzo a Sabaudia, arrestato un 32enne per favoreggiamento

L'uomo aveva riferito agli inquirenti che il giovane era deceduto per un investimento depistando le indagini

Sabaudia – Oggi, 23 marzo 2021, alle 10, a Sabaudia, i carabinieri del locale nucleo investigativo hanno arrestato un 32 enne del posto, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice del tribunale di Latina, in quanto ritenuto responsabile di favoreggiamento personale a favore di Fabrizio Moretto, assassinato il 21 dicembre 2020 con un colpo di arma da fuoco (leggi qui).

Il 32enne,  nel corso delle attività investigative relative alla morte del predetto di Erik D’Arienzo, il 30 agosto del 2020, riferiva falsamente alla polizia giudiziaria che il giovane era deceduto a causa di un investimento pedonale ad opera di ignoti, depistando così le indagini in corso. Il D’Arienzo era stato ritrovato sulla Pontina e dalle attività investigative era risultato vittima di un violento pestaggio a seguito del quale era morto una settimana dopo.

Espletate le formalità di rito, il 32enne è stato accompagnato agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, a disposizione della competente autorità giudiziaria.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sabaudia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sabaudia