Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Mattarella mette in vendita all’asta i cinghiali della Tenuta di Castelporziano: i prezzi

Dal Colle precisano il motivo dell'asta: "operazioni di contenimento della fauna selvatica a scopo di riequilibrio ambientale"

Roma – Il Quirinale mette in vendita all’asta i cinghiali della Tenuta Presidenziale di Castelporziano. Si tratta, come scrive Il Tempo, di animali che oramai circolano liberamente nelle strade della Capitale. E così il Colle, come si legge nella nota pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale (clicca qui), “indice un’asta pubblica per la vendita di cinghiali vivi catturati all’interno della Tenuta di Castelporziano nell’ambito delle operazioni di contenimento della fauna selvatica a scopo di riequilibrio ambientale”.

L’asta, precisano dal Quirinale, “ha ad oggetto la vendita dei cinghiali vivi (esemplari piccoli, subadulti, adulti)”. Dopo l’asta, si legge nell’avviso (clicca qui) della Presidenza della Repubblica, sarà “stipulato con l’aggiudicatario un contratto di durata annuale, rinnovabile per un ulteriore anno agli stessi prezzi, patti e condizioni, avente ad oggetto la vendita a consegne ripartite dei cinghiali vivi catturati nella Tenuta durante il periodo di durata contrattuale”.

I prezzi? Gli esemplari adulti, maschi e femmine costano 110 euro a capo; i subadulti detti “rossi” di entrambi i sessi, nati nel 2020, 60 euro. Per quelli piccoli detti “striati”, sia maschi che femmine, nati nel 2021 e già svezzati, 8 euro. Quanti sono in tutto i cinghiali catturati? Dal Colle precisano che “il numero medio delle catture delle ultime sei stagioni è pari a 852 capi annui”. Per chi volesse partecipare all’asta ha tempo fino al prossimo 8 luglio.

(Il Faro online)