Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Mariuccio, l’84enne diplomato di Fiumicino, investito sul lungomare

Mariuccio: "Io sono un'anziano disabile e mi sento ferito sia nel corpo che nell'orgoglio"

Fiumicino – “Non so se mi faccia più male l’anima o il corpo“. Così il signor Mariuccio, il più anziano diplomato di Fiumicino (leggi qui) che il mese scorso, ad 84 anni, ha sostenuto l’Esame di Maturità presso l’IIS Paolo Baffi, racconta un grave incidente che lo ha visto protagonista il 3 aprile 2021.

“Quel giorno, erano circa le 17:30 – racconta Mariuccio a ilfaroonline.it – ed ero in attesa per poter attraversare la strada sul Lungomare della Salute, quando all’improvviso non ci ho capito più niente e mi sono ritrovato sdraiato sull’asfalto: un’auto mi aveva completamente investito, mentre stava uscendo da una vietta con la retromarcia.  Il conducente si è fermato a prestarmi soccorso, ma si è rifiutato di fare la denuncia del sinistro”.

Il signor Mariuccio è stato tempestivamente soccorso, oltre che dal conducente della vettura, anche da tutti i passanti che si trovavano lì e dai clienti dei ristoranti del posto, ma le ferite che ha riportato non sono state lievi: “Mi ha invaso un dolore allucinante  – spiega Mariuccio -. Avevo male dappertutto, avevo sbattuto la testa, il ginocchio e mi era uscito il sangue dal naso. Ma la cosa più grave è stato ritrovarmi il mio bastone da passeggio sulle costole. Mi sono, però, rifiutato di andare all’ospedale, perché anni prima ero stato trattato male e non mi fidavo. Eppure ancora oggi faccio fatica a camminare e non potrò più fare lunghe passeggiate senza l’ausilio della sedia a rotelle”.

Mario Marcelli, conosciuto da tutti come Mariuccio, nasce a Roma il 20 giugno del 1937, in via Clelia. La sua non è stata un’infanzia facile. Per studiare gli fu concessa una sola possibilità alle scuole elementari, poi ha dovuto lasciare per cominciare subito a lavorare, in falegnameria, un lavoro tanto amato per la quale ci ha rimesso il pollice della mano sinistra. Ora, compiuti gli 84 anni, il suo corpo risente degli acciacchi dell’età, ai quali si sono aggiunti i traumi riportati in seguito all’incidente: “Io sono un’anziano disabile – sottolinea Mariuccio – e mi sento ferito sia nel corpo che nell’orgoglio, perché ho cercato di mettermi in contatto con il colpevole, per ottenere anche solo un minimo risarcimento, ma in cambio ho ricevuto solo aggressioni da parte di sua zia”.

“Non è così che ci si comporta e queste cose non dovrebbero mai accadere – conclude Mariuccio -. Io andrò avanti con le vie legali per ottenere il risarcimento che mi spetta, anche se la mia salute non mi sarà mai restituita. Quello che chiedo è più rispetto per le persone, più rispetto per gli anziani, soprattutto se disabili”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino