Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Peschereccio affondato nel porto canale di Fiumicino: le operazioni di recupero fotogallery

Tanta la rabbia dei pescatori costretti a perdere altre giornate di lavoro

Fiumicino – Un’operazione delicata quella messa in atto per recuperare l’ennesima imbarcazione affondata ieri sera (leggi qui), 18 ottobre 2021, intorno alle 23, nel porto canale di Fiumicino: l'”Aliseo”, un’imbarcazione di 13 metri tipica da pesca delle vongole e dei cannolicchi di proprietà della Cooperativa Di Biase Pesca, aveva, infatti, imbarcato moltissima acqua ed era quasi completamente sommersa.

Peschereccio affondato a Fiumicino

Fondamentale è stato il lavoro sinergico dei sommozzatori dell’Mtm service, della ditta Leonardo Costruzioni e dei ragazzi di Eco Roma supervisionati dalla Guardia Costiera di Fiumicino, per l’intera operazione di recupero, durata oltre 2 ore. 

Per prima cosa i sub hanno assicurato la barca con delle corde e delle larghe fasce che hanno permesso alla gru di tirarla, molto lentamente, fuori dall’acqua. Nel mentre, è stata spurgata un po’ d’acqua dall’interno del natante tramite una pompa per rendere il peschereccio meno pesante.

L’affondamento sarebbe stato causato da una falla a poppa, ma ancora non è chiaro come si sia venuta a creare: resta, però, la rabbia dei pescatori costretti a perdere altre giornate di lavoro a causa dei sempre più frequenti incidenti di questo tipo che coinvolgono i pescherecci ormeggiati nel porto canale.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino