Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Omicidio a Borgo Montello, le testimonianze incastrano un 38enne

La Polizia ha fermato un primo sospettato, per quanto proseguano le indagini per stabilire il ruolo dei partecipanti alla rissa e soprattutto il movente

Latina – E’ stato fermato un 38enne indiano ritenuto dagli inquirenti coinvolto nell’omicidio del 29enne (leggi qui), anche lui indiano, che sabato sera stava festeggiando la nascita del figlio a Borgo Montello, Latina, quando ha visto arrivare alcuni connazionali armati di spranghe e di pistole.

Gli investigatori mantengono il massimo riserbo. Sembra, però, che a dare una grande mano alle indagini siano state le testimonianze.

Ma gli inquirenti proseguono le attività di indagine per stabilire i ruoli ricoperti dai vari partecipanti alla rissa e quale sia stata la motivazione che ha dato origine a quella sembra essere stata una spedizione punitiva.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Latina
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Latina