Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Presi i due rapinatori incubo di Ostia e Dragona: volevano svaligiare una farmacia dell’Axa

I due sono stati colti in flagranza dagli agenti della Polizia di Stato, e si pensa che possano essere responsabili di altre sei rapine

Ostia – Sono stati fermati i due rapinatori seriali che negli ultimi mesi erano diventati l’incubo delle farmacie di Ostia e Dragona.

immagini telecamere rapina farmacia axa

Da tempo, infatti, i poliziotti del X Distretto Lido erano sulle loro tracce, e l’occasione per coglierli in flagrante è finalmente arrivata nel pomeriggio di martedì 11 gennaio, quando i malviventi hanno tentato una rapina in una farmacia di via di Macchia Saponara, nel quartiere Axa.

L’auto utilizzata dai due rapinatori

Mentre uno dei due è rimasto in auto – una Panda 4×4 la cui targa era stata coperta con una mascherina anti-Covid -, l’altro è entrato nella farmacia e, armato di coltello, ha minacciato una delle commesse per farsi consegnare parte dell’incasso.

Nel frattempo, però, sono arrivati i poliziotti, che sono riusciti a bloccare il malvivente prima che potesse raggiungere il suo complice e fuggire via a bordo dell’auto.

Dopo aver immobilizzato entrambi, gli agenti, visto il caos creatosi fra i clienti della farmacia, hanno deciso d’intervenire anche all’interno del negozio, soccorrendo uno dei farmacisti – che per lo spavento aveva avuto un piccolo malore – e tranquillizzando i cittadini.

I due rapinatori, un 50enne e un 52enne, entrambi pregiudicati, sono adesso fortemente indiziati di essere gli autori di altre sei rapine ai danni di quattro farmacie, un supermercato e una farmacia nelle zone di Ostia e Dragona.

A far insospettire i poliziotti è stata la serialità dei reati e gli elementi emersi dalle immagini di videosorveglianza: grazie alle testimonianze e ai particolari raccolti a seguito di queste rapine, infatti, la Polizia di Stato ha potuto appurare che i due agivano sempre con la stessa auto, ripresa in diverse occasioni dalle telecamere di videosorveglianza. Individuata l’auto, gli agenti si sono quindi messi alla calcagna dei due, arrestati martedì in flagranza di reato.

Giudicati con rito direttissimo, i rapinatori sono stati condannati a 3 anni e un mese di reclusione per la sola rapina di via di Macchia Saponara. L’auto e il coltello sono stati sequestrati.

A casa di uno dei due rapinatori, durante la perquisizione, è stata rinvenuta, dentro una cassapanca all’interno del salone, la stessa pistola calibro 7 utilizzata nella rapina del 16 dicembre scorso sempre in una farmacia. Sono in corso altre indagini per accertare il coinvolgimento dei due soggetti nelle altre rapine.

Questo arresto si va ad aggiungere ad un altro analogo di alcuni mesi fa, che aveva consentito di assicurare alla giustizia altri due rapinatori, dediti sempre a colpire farmacie (leggi qui), luoghi considerati particolarmente sensibili in questo periodo pandemico, sia a causa della cospicua presenza di persone che per gli ingenti incassi acquisiti.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Ostia e del X Municipio, clicca su questo link.