Seguici su

Cerca nel sito

Infernetto, un corteo contro le buche. E all’Eur c’è chi ci pesca dentro

Assemblea l’8 marzo per stabilire tempi e modi per un corteo di protesta contro le buche. Ancora danni e pattuglie dei vigili a presidio delle voragini

Infernetto – Cittadini e automobilisti in corteo contro le buche, contro la presenza di strade impraticabili per le voragini, contro i continui danni riportati dai veicoli per il dissesto stradale, contro il lassismo del X Municipio e del Campidoglio che non hanno ancora attivato gli appalti della manutenzione sul litorale romano. Il Coordinamento ha deciso che il corteo si farà il 17 marzo con queste modalità.

TNFERNETTO

ASSEMBLEA E CORTEO CONTRO LE BUCHE

A lanciarlo è un gruppo di residenti dell’Infernetto, il quartiere che insieme con Dragona e Ostia, è tra i più disastrati del X Municipio, dove manca la ditta di pronto intervento e manutenzione stradale dal 21 febbraio. “Giovedì 8 marzo ore 20,00 al parcheggio di fronte alla farmacia via Wolf Ferrari avrei organizzato un primo incontro a scopo ‘conoscitivo’ e per condividere pensieri e parole” è l’appello che sui gruppi Facebook ha lanciato Marco Riccitelli che ha contattato anche le diverse testate giornalistiche per estendere la mobilitazione. “E’ lontana da noi l’idea di voler speculare politicamente poiché la questione è annosa e critica – specifica Riccitelli – Abbiamo inviato mail di denuncia, abbiamo telefonato al comune e ai vigili , abbiamo fotografato ogni singola buca abbiamo condiviso e discusso ogni difficoltà ( fino quasi ad offenderci l’un con l’altro). Ora credo che l’ultima cosa da tentare un corteo lungo le strade dell’Infernetto con striscioni e slogan di protesta”. Federica Bibi suggerisce anche a proposito dei quartieri vicini: “Via Macchia Saponara è impraticabile ormai come tutta Palocco e Axa che oltre alle buche c’è anche il disagio delle radici in superficie”. “E Madonnetta” aggiunge Tizy.

L’appello partito dall’Infernetto è stato seguito subito dall’adesione di decine di abitanti di Dragona. “Dragona, strada chiusa perchè c’è un buco in mezzo alla strada che potrebbe aprirsi e scende di 4 metri. Sono intervenuti i vigili, hanno messo le transenne e poi silenzio. Ora basta. Anche Dragona è messa male” tuona Alessia.

Ieri sono state decine sui social le proteste per danni riportati alle auto a causa delle buche: i carri attrezzi sono dovuti intervenire per aiutare automobilisti bloccati per la rottura di semiassi, braccetti, sospensioni, cerchioni in varie parti del X Municipio. Nel pomeriggio per diverse ore una pattuglia dei vigili urbani ha dovuto presidiare una voragine sulla via Cristoforo Colombo nella corsia in direzione di Roma proprio al semaforo con via Wolf Ferrari. Era già successo più volte in varie strade del X Municipio, come denunciato anche dai sindacati della Polizia locale. E c’è chi ha segnalato la chiusura per diverso tempo della circolazione sulla grande arteria usata dai pendolari per raggiungere l’Eur. Nel Consiglio municipale che si è tenuto nel pomeriggio, tra le altre cose, a chi ha sollevato la questione dell’assenza di una ditta che si occupi del pronto intervento e della manutenzione per rifare l’asfalto e tappare le buche la presidente Giuliana Di Pillo ha risposto: “L’appalto c’è e sta per diventare operativo”.

I MOTOCICLISTI INFURIATI

Intanto su change.org è stata avviata una petizione destinata alla sindaca di Roma, Virginia Raggi. Ad attivarla è stata una centaura, Martina Salerno che ne spiega le ragioni. “Carissima Sindaca Virginia Raggi, Le scrivo perché in 15 anni di onorata carriera da motociclista romana non mi era mai capitato di cadere in una voragine talmente grande che per miracolo sono ancora tutta intera. Io comprendo le problematiche enormi che può avere una città come Roma, ma La prego di considerare con premura la sicurezza dei Suoi cittadini. Roma è un pericoloso colabrodo. Mi è stato detto alla mia segnalazione che non ci sono più bandi per la riparazione. È possibile una cosa del genere!? Con fiducia che terrà da conto quanto segnalato, La saluto cordialmente. Una motociclista romana”. Chi volesse sottoscrivere la petizione potrà collegarsi a questa pagina.

Intanto sta facendo il giro del web il video di proposto in questa pagina e girato da un automobilista nella zona dell’Eur-Fonte Ostiense- Laurentino di un uomo che pesca in un laghetto formatosi sulla strada. Non sappiamo se si tratti di un disagiato che ha problemi di equilibrio mentale o di una provocazione ma l’effetto di satira nei confronti dell’amministrazione Raggi sta raccogliendo un’enormità di commenti e like.